Seguici su

Champions League

Champions League, il Besiktas espugna il “San Paolo”

Qualcuno a Napoli aveva sognato addirittura una clamorosa qualificazione agli ottavi di finale della Champions League dopo solo tre giornate. Sicuramente era difficilmente immaginabile una vittoria del Besiktas al San Paolo che rimette tutto in gioco in ottica qualificazione. 
Il Napoli inizia bene ma è il Besiktas a passare in vantaggio con Adriano che sfrutta un cross di Quaresma e, complice una dormita della difesa partenopea, batte l’incolpevole Reina. Il Napoli raggiunge il meritato pareggio con Mertens che si avventa sul cross rasoterra di Callejon e batte sul primo palo Fabricio.

E’ il Napoli a fare la partita ma è nuovamente il Besiktas a riportarsi incredibilmente in vantaggio grazie a uno scellerato errore di Jorginho che effettua un retropassaggio sbagliato intercettato da Aboubakar che batte un Reina non esente da colpe. Però il Napoli non molla e ha la grande chance di pareggiare con un rigore concesso per fallo di Fabricio su Mertens. Ma lo stesso portiere ospite ipnotizza Insigne respingendogli il penalty basso e poco angolato. 
Poco dopo nuovo calcio di rigore per il Napoli a causa della trattenuta di Erkin sull’indemoniato Mertens. Dagli 11 metri va Gabbiadini che batte Fabricio realizzando il suo primo gol in Champions League. 

All’87’ arriva la doccia gelata per gli azzurri con la doppietta di Aboubakar che, indisturbato, colpisce all’interno dell’area piccola sul calcio di punizione di Quaresma. E’ l’epilogo di una spettacolare partita che vede il Besiktas vincitore e un Napoli sfortunato ma anche fragile soprattutto in difesa.

Commenta

Rispondi

Annuncio pubblicitario
Pubblicità Fantacalcio Fantardore 2020-21
Annuncio pubblicitario

Classifica

Di più in Champions League