Seguici su

Serie A

Napoli, viaggio all’interno della crisi

Senza dubbio, nel Napoli c’è qualcosa che non va. Dopo l’inaspettata sconfitta di Bergamo e la pesantissima sconfitta nello scontro diretto del San Paolo contro la Roma, ieri sera, in Champions contro il Besiktas, è arrivato il terzo K.o. consecutivo. 
Causa principale di questi risultati negativi, è senz’altro il reparto difensivo che ha commesso gravi errori. Lo score, infatti, è di 7 reti totali subite, di cui ben 6 in casa. 

Contro Atalanta e Roma si è visto un Koulibaly da Paperissima. Contro i turchi abbiamo assistito al retropassaggio disastroso di Jorginho che regalato il 2 a 1 ad Aboubakar. Sempre ieri sera, sulla punizione del definitivo 2-3 per il Besiktas, tutta la difesa è rimasta immobile. Così come quella contro la Roma. 
Altro colpevole il portiere Reina che, nell’indecisione, non è uscito rimanendo al centro della porta. 

Gli errori arrivano anche dagli attaccanti. Lorenzo Insigne ha avuto la possibilità di sbloccarsi, buttarsi dietro le critiche e prendersi il Napoli sulle spalle. Possibilità che spreca malamente facendosi parare il rigore da Fabri. 
Continuando a parlare di attaccanti, l’assenza improvvisa di Milik, fuori per infortunio, non è da aggiungere sul banco degli imputati. Nessuno si aspettava il boom iniziale dell’attaccante polacco. Dunque, la “colpa” è di mister Sarri che non ha saputo stabilire le gerarchie del reparto offensivo. 

Contro la Roma dentro il tanto criticato Gabbiadini, che finisce per essere sostituito e bocciato in europa. Da questo si capisce che l’allenatore ancora non sa chi preferire come vice Milik, tra Gabbiadini o Mertens come falso nueve. Inoltre, c’è il punto interrogativo su Giaccherini, acquisto finora inutilizzato. Il caso vuole che sia proprio Gabbiadini a dare un piccolo lume di speranza per uscire da questa mini crisi. L’attaccante entra dalla panchina e si assume la responsabilità di calciare il secondo rigore della serata. Il risultato è positivo. Primo gol in Champions e pareggio momentaneo. Peccato che poi il Napoli esce dal campo con una sconfitta. 
Sperando, quindi, in una vera e propria rinascita di Gabbiadini, mister Sarri può contare su un calendario abbordabile per scacciare la crisi. Crotone ed Empoli per ripartire prima del big match allo Juventus Stadium.

Commenta

Rispondi

Annuncio pubblicitario
Pubblicità Fantacalcio Fantardore 2020-21
Annuncio pubblicitario

Classifica

Di più in Serie A