Seguici su

Nazionali

Di Biagio, ct dell’Under 21: “All’estero c’è più coraggio nel lanciare i giovani”

Dopo l’importante pareggio in Lituania che ha dato all’Italia Under 21 il pass per Euro 2017, il CT Di Biagio, ai microfoni di Premium Sport, ha espresso la sua soddisfazione per il risultato ottenuto e fatto un punto sul calcio giovanile in Italia: “Abbiamo raggiunto un piccolo traguardo ma importante perché non era scontato come si poteva pensare. Noi ci saremo, tante nazionali prestigiose come l’Olanda, la Francia e la Croazia no. 

La mia soddisfazione più grande? Certamente quella che molti nostri giovani stanno giocando nella nazionale maggiore. Siamo andati a giocare senza molti giocatori: Donnarumma, Rugani, Romagnoli, Benassi, Bernardeschi possono tranquillamente giocare nell’Under 21. Ventura giustamente li ha convocati perché sa che possono stare in nazionale. 

I giovani nel nostro campionato? Qualche squadra è stata costretta a schierarli, altre sono state più coraggiose rispetto agli anni passati, ma questa dovrebbe essere la normalità. Diciamo che da noi i ’92-’93 sono ancora considerati giovani, all’estero i giovani sono i ’97-’98. Hanno più coraggio a lanciare i diciottenni. In Italia comunque siamo sulla buona strada, i talenti ci sono come sta dicendo questo campionato. Dobbiamo dar loro il tempo anche di sbagliare. Ci sono dei blocchi che si stanno formando: c’è quello del Milan, dell’Atalanta, del Sassuolo, del Bologna e del Brescia. Faccio un applauso a queste società. 

Un nome nuovo sul quale scommettere? Non mi piace parlare dei singoli ma Locatelli sta facendo molto bene, è un ragazzo che sta già facendo cose buone da diversi anni”.
Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

Classifica

Di più in Nazionali