Seguici su

Serie A

Napoli, cinque buoni motivi per non sottovalutare il Crotone

Il Napoli di Sarri, tra poche ore, se la vedrà con il Crotone. Una gara il cui risultato può apparire scontato. Ma in realtà non lo è. Ecco cinque buoni motivi per cui i partenopei non devono sottovalutare i pitagorici.

1) Il fattore Scida

Il Crotone, finora, ha giocato le gare casalinghe a Pescara. Contro il Napoli, però, farà il suo debutto in Serie A davanti ai propri tifosi. Lo Scida, per l’occasione, sarà quasi tutto esaurito. Un clima infernale, dunque, che potrebbe spingere gli uomini di Nicola a compiere un’impresa tanto incredibile, quanto impronosticabile.

2) Voglia di riscatto

La sconfitta contro il Sassuolo ancora brucia. Uno a zero a 10′ dalla fine, il Crotone si è fatto rimontare nel giro di 180 secondi. Una vittoria accarezzata e sognata. Sarebbe stata la prima dei calabresi in Serie A. Di quella partita, però, rimane soltanto l’amaro in bocca. E tanta, tantissima rabbia.

3) La prima vittoria

E’ qui che il primo motivo s’incontra con il secondo. La classifica vede il Crotone ultimo a quota uno. Solo un pareggio e sette sconfitte. Zero, invece, le vittorie. Ma stavolta si gioca in casa per davvero. Quale migliore occasione, dunque, per vincere la prima volta, se non davanti ai propri tifosi? Le motivazioni sono tante. Lo Scida si prepara ad alzare la voce. I ragazzi di Nicola, pure.

4) Il momento del Napoli

La squadra partenopea non sta vivendo un buon momento. Dalla trasferta maledetta di Bergamo, la banda di Sarri ha collezionato solamente sconfitte. Prima con la Roma al San Paolo, poi in Champions contro il Besiktas. Il morale dei giocatori è sotto ai piedi e Sarri sembra per la prima volta in difficoltà. L’esperimento falso nueve, poi, non ha dato i frutti che sperava. Resta solamente Gabbiadini, che però, come sostituto di Milik, ancora non convince.

5) I precedenti

Un altro buon motivo per non sottovalutare il Crotone ci è dato dai confronti precedenti. Solo quattro volte il Napoli si è scontrato con i pitagorici. Tutte e quattro le volte in Serie B. Due le vittorie dei partenopei, una dei calabresi e un pareggio. Potrebbe sembrare uno score positivo per gli azzurri, ma quanto avvenuto nelle due gare giocate allo Scida ci suggerisce il contrario. L’unica vittoria del Napoli è datata stagione 2001/02. Mentre l’ultimo precedente tra le due squadre, risalente al 2007, ha visto il Crotone superare 2-1 i partenopei.

Un match, quello di oggi, che è dunque aperto a qualsiasi possibilità. Anche perché c’è da ricordare una cosa. Come Herberger (ex giocatore e allenatore tedesco) ci insegna: la palla è rotonda, la partita dura 90′ minuti e tutto il resto è solo teoria.


Commenta

Rispondi

Annuncio pubblicitario
Pubblicità Fantacalcio Fantardore 2020-21
Annuncio pubblicitario

Classifica

Di più in Serie A