Seguici su

Serie A

Sabato al San Paolo Napoli-Lazio per la Champions

Napoli-Lazio due stati di forma differenti ed un punto a separarli in classifica: 21 per i biancocelesti, 20 per il Napoli, una sfida Champions che potrà cambiare la stagione in corso

per le due squadre. 
L’ultima volta, proprio per un posto in Champions, sempre al San Paolo passarono gli uomini
allora allenati da Pioli con un sonoro 2-4. Era la Lazio di Mauri e Klose ed il Napoli di Higuaìn che sbagliò dagli 11 metri il rigore del possibile vantaggio.

Gli uomini di Sarri dopo aver perso Milik per infortunio si trovano in una sorta di Limbo, dopo
la sconfitta a Bergamo gli azzurri hanno vinto contro Crotone ed Empoli. 
La sconfitta in Champions contro il Besiktas (la vittoria avrebbe qualificato il Napoli), e quella dello Juventus Stadium, hanno lasciato più dubbi che certezze, più che sul modulo reinventato e in certe situazioni anche efficace, ma sull’atteggiamento sopratutto a Torino non adatto a livelli a cui il Napoli ci aveva abituati.

Sulla sponda Lazio le cose sono cambiate, dopo l’estate da bollino nero per le vicende di Bielsa e Keita, Inzaghi che per i giovani ha sempre l’occhio di riguardo (l’ultimo ad esordire è stato Murgia in goal contro il Torino), ha dato di nuovo carattere ad una squadra senza più stimoli, adattato Parolo da play basso e facendo tornare alla vecchia gloria Felipe Anderson. Per non parlare di un Immobile arrembante con 9 gol all’attivo: meglio di lui solo il concittadino Dzeko.

Da una parte sabato ci sarà la possibilità di riscatto, quello del Napoli senza Milik e battuto dal suo passato (Higuaìn), dall’altra una Lazio che non ha intenzione di smettere di sorprendere i pronostici e confermare ancora una volta che con la linea verde, spesso, si può sognare in grande.

Commenta

Rispondi

Annuncio pubblicitario
Pubblicità Fantacalcio Fantardore 2020-21
Annuncio pubblicitario

Classifica

Di più in Serie A