Seguici su

Calcio estero

Real Madrid, Ronaldo: “Gli infortuni erano dovuti agli allenamenti sbagliati”

Luis Nazario Da Lima, meglio conosciuto come Ronaldo, ha sempre tantissimo da raccontare sulla sua lunga esperienza calcistica. Il Fenomeno lo fa durante la trasmissione radiofonica Radio Onda Cero. Inizia a parlare degli allenamenti e poi dei conseguenti infortuni: “Nei primi 10 anni di carriera mi sono allenato molto male, nel senso che hanno sbagliato metodo di allenamento con me. Ho avuto tanti infortuni per colpa degli allenamenti collettivi. 
I miei sono stati stop pesantissimi: con il primo sono stato fermo un anno e quattro mesi, con il secondo un anno e due mesi.” 
Ronaldo ha sempre dimostrato un gran voglia di giocare e non ha mai mollato: “Ma io volevo tornare, il calcio era la mia vita. Non volevo lasciare il calcio per una lesione, ho sempre cercato di superarla”. 

SACCHI E CAPELLO

L’attaccante si lascia andare anche sulle grande figure incontrate durante la sua carriera: “Sono arrivato in ritardo due volte nella stessa settimana al Real Madrid. La prima volta, Sacchi mi ha fatto una ramanzina di ben 15 minuti e mi ha multato. La seconda volta, prima ancora che cominciasse a parlare, gli dissi: o la ramanzina o la multa. 
Capello? Non era molto sveglio, non lo scelgo tra i miei migliori allenatori”. 

VITA NOTTURNA

Come tutti i calciatori, anche a Ronaldo piaceva uscire la sera: “Florentino mi disse di stare più a casa e di non uscire così tanto. Prese ad esempio Figo, ma io gli risposi che con la moglie che aveva Figo pure io sarei rimasto molto più tempo a casa”.

Commenta

Rispondi

Annuncio pubblicitario
Pubblicità Fantacalcio Fantardore 2020-21
Annuncio pubblicitario

Classifica

Di più in Calcio estero