Seguici su

Ultime notizie

119 anni fa nasceva la Juventus, tanti auguri vecchia signora

L'1 novembre 1897 su una panchina in corso Re Umberto alcuni studenti del Liceo D'Azeglio di Torino fondano la Sport-Club Juventus, dando vita, senza saperlo, ad una squadra destinata ad entrare tra le leggende del calcio.

La prima maglia della Juventus non è stata la classica divisa bianconera a cui siamo abituati oggi, bensì una maglia rosa, con cravatta o papillon nero. Il colore bianconero arriva per un errore nel 1903, quando la società ordina le divise del Nottingham Forest, rosse con bordi bianchi, invece arrivano quelle del Notts County, bianconere.

Nel 1900, dopo tre anni dalla fondazione, la società è iscritta al suo primo campionato nazionale, ma viene subito eliminata dalla Torinese. Il primo titolo non tarda ad arrivare. Nel 1906 il presidente Dick dopo accese discussioni con lo spogliatoio decise di lasciare la Juventus e unirsi alla Torinese, dando vita al Foot-Ball Club Torino, dando vita anche ad un derby che ancora oggi è uno tra i più belli del campionato, il derby della Mole.

Il 24 luglio 1923 il presidente della Fiat Edoardo Agnelli assume il controllo della società, lo stesso anno arrivano stadio nuovo e primo allenatore professionista, sempre nello stesso anno arriva anche il secondo scudetto. Il primo grande ciclo vincente arriva nel 1930-31, quando da li al 1934-35 la Juventus porta a casa cinque scudetti consecutivi, iniziando così ad essere una delle poche squadre a fornire molti giocatori alla nazionale italiana.

Dal 1943 al 1945 il nome viene cambiato due volte, prima in Juventus Cisitalia e poi in quello che oggi è famoso in tutto il mondo, Juventus Football Club. Non tarda ad arrivare anche il secondo grande ciclo di vittorie, formato da altri tre scudetti consecutivi dal 1958 al 1961, quello del 1961 è il decimo titolo bianconero, quello che valse il diritto a mettere la prima stella sulla maglia. Nel 1961 il bianconero Sivori diventa il primo calciatore della Serie A a vincere il pallone d'Oro.

Nel 1971 Giampiero Boniperti diventa il presidente del club, da li a 15 anni arrivano altri nove scuetti, due Coppe Italia e anche trofei internazionali, che hanno reso la Juventus la prima in Europa a vincere tutte le competizioni UEFA e primo club al mondo a vincere tutte le competizioni ufficiali per club. Dopo un periodo buio nel 1994 comincia un'altro ciclo vincente, in dieci anni arrivano cinque scudetti, una Coppa Italia, una Coppa Intercontinentale, una Supercoppa UEFA e quattro Supercoppe Italiane, in questo decennio arrivano anche quattro finali di Champions, ma una sola vittoria, quella del 1996.

Nel 2004 inizia il periodo più buio della storia della società, anche il più indelebile, a causa del caso Calciopoli viene revocato alla Juventus lo scudetto del 2005, non assegnato a nessuno, e lo scudetto del 2006, assegnato all'Inter, inoltre il club bianconero viene punito con la retrocessione in Serie B e 30 punti di penalizzazione.

Nel 2010 Andrea Agnelli diventa presidente del club e nel 2011 arriva la nuova casa dei bianconeri, lo Juventus Stadium. Il resto è storia, dal 2011 ad oggi i bianconeri hanno vinto tutti i campionati di Serie A disputati, vincendo anche due double, nel 2014 e nel 2016, arrivano anche la decima e l'undicesima Coppa Italia, tre Supercoppe Italiane e una finale di Champions nel 2015. Ad oggi, giorno del 119 compleanno della vecchia signora, la Juventus è prima in campionato e già in fuga dopo 11 giornate e prima nel girone di Champions, grande obiettivo stagionale.


Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Probabili formazioni Serie A

Classifica Serie A

Rubriche

Di più in Ultime notizie