Seguici su

Calcio estero

Inghilterra: la squalifica di Calvin Andrew è una delle più lunghe della storia, la classifica

Negli ultimi giorni ha fatto molto parlare una maxi squalifica rifilata in Inghilterra, Calvin Andrew è stato infatti squalificato per 12 giornate a causa di una gomitata rifilata al difensore avversario Peter Clarke. Ma Andrew non è il più cattivo, c'è infatti chi ha saputo fare di meglio, da Maradona a Cantona, passando per Ferdinand e Zidane, la speciale classifica dei “criminali” del calcio.

  1.  Al primo posto troviamo Roberto Rojas, che durante una gara di qualificazione ai mondiali del 1990 si tagliò la testa con un rasoio per cercare di ottenere la vittoria a tavolino in una gara complicata per il suo Cile.
  2. Al secondo posto troviamo Juanito, il bomber del Real Madrid colpì con un calcio in faccia Matthaus durante l'andata delle semifinali di coppa campioni del 1987.
  3. Al terzo posto troviamo una vecchia conoscenza del calcio italiano, Diego Armando Maradona. Nella stagione 1994 dopo essere stato trovato positivo ad un test anti-doping, l'argentino fu squalificato per 15 mesi.
  4. Al quarto posto abbiamo ancora lui, Maradona. Altri 15 mesi beccati nel 1991, il problema? Lo stesso di prima, risultò positivo ad un test anti-doping.
  5. Al quinto posto troviamo Robles, che riuscì a farsi squalificare per 12 mesi durante un amichevole a causa di un aggressione ai danni dell'arbitro.
  6. Al sesto posto troviamo Aredio Gimona. Nel 1949/50 Gimona spezzò una gamba al calciatore della Roma Pesaola, undici mesi di squalifica per lui.
  7. Al settimo posto troviamo uno dei più recenti, Ole Kristian Selnaes. Il calciatore del Saint-Etienne si è beccato 11 mesi lo scorso 9 ottobre per insulti al guardalinee.
  8. Ottavo posto per Eric Cantona. Il calciatore dei red devils si beccò 9 mesi per una pedata stile kung fu rifilata ad un tifoso del Crystal Palace nel lontano 1995.
  9. Al nono posto troviamo Bosnich. L'ex portiere di United e Chelsea risultò positivo ad un test anti-doping nel 2002, nove mesi di squalifica per lui.
  10. Al decimo posto Rio Ferdinand. L'ex difensore dello United si è beccato nove mesi per essersi rifiutato di presentarsi ad un controllo anti-doping.
  11. All'11esimoposto troviamo Navarro. Il difensore del Valencia fratturò il setto nasale a Burdisso durante la gara contro l'Inter valida per gli ottavi di Champions nel 2007, sette mesi di squalifica.
  12. Al 12 esimo posto un'altra conoscenza del calcio italiano Adrian Mutu. Il rumeno venne trovato positivo ad un test anti-doping nel 2004, sette mesi di squalifica.
  13. Al 13esimo posto troviamo ancora Mutu, squalificato ancora per doping nel 2010, questa volta per 6 mesi.
  14. Al 14esimo posto troviamo Joao Pinto, che dopo essere stato espluso nel match del suo Portogallo contro la Corea ai mondiali del 2002 aggredì l'arbitro e si beccò 6 mesi di squalifica.
  15. Al 15esimo posto troviamo Ivano Blason, che nel 1946/47 si beccò 6 mesi per aver colpito l'arbitro.
  16. Al 16esimo posto troviamo Kolo Tourè, ennesimo calciatore risultato positivo all'anti-doping, squalifica di 6 mesi per lui.
  17. Al 17esimo posto troviamo Vinnie Jones, il gallese ha ricevuto 6 mesi di squalifica per aver pubblicato un video con tutti i suoi interventi più cattivi.
  18. Al 18esimo troviamo Luis Suarez, che si beccò 4 mesi per aver morso Chiellini durante una gara di mondiali del suo Uruguay contro appunto l'Italia.
  19. Al 19esimo posto troviamo Zinedine Zidane, che forse tra queste prima elencate è la squalifica più “famosa”, il francese si beccò tre mesi per la testata inflitta a Materazzi durante la finale dei mondiali del 2006, poi vinta dall'Italia.
  20. Ultima posizione di questa particolare classifica proprio per Marco Materazzi, che nel 2004 si beccò 2 mesi per aver picchiato Cirillo nel tunnel verso gli spogliatoi al termine della partita.



Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Probabili formazioni Serie A

Classifica Serie A

Rubriche

Di più in Calcio estero