Seguici su

Calcio estero

Chapecoense, le lacrime di Ruschel: "Ho perso tanti amici. Voglio continuare a giocare"

Tante lacrime e tanta tristezza per Alan Ruschel, uno dei sopravvissuti alla tragedia aerea che ha colpito la Chapecoense, che ha parlato in conferenza stampa di quel giorno maledetto e del suo futuro. 

“Sono un miracolato, ho perso tanti amici: essere qui è una grande gioia. Dio mi ha messo sulle sue ginocchia dicendomi che avrei avuto ancora delle missioni da compiere sulla terra. 
Follmann ha insistito molto perché mi sedessi vicino a lui. Questo è l’ultimo ricordo di quel giorno”. 

“Farò di tutto per continuare a giocare. Ci vorrà pazienza: tre mesi per la calcificazione della colonna vertebrale, due per rinforzare la muscolatura”. 


Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Probabili formazioni Serie A

Classifica Serie A

Rubriche

Di più in Calcio estero