Seguici su

Calcio estero

L'Angolo dei Record – Speciale 2016: gol, assist e curiosità

Il 2016 è giunto al termine ed è tempo di tirare le somme. Come primo dato non possiamo che verificare il bottino di reti dei giocatori più prolifici dei campionati dei quattro angoli del globo. Nella Top 10 del 2016 troviamo un mix di volti noti e protagonisti di campionati di secondo piano: in decima posizione c’è il colombiano Róbinson Aponzá (Alianza Atlético) con 30 reti in 38 partite. Se il nome di un attaccante del campionato peruviano non vi dirà molto, sappiate che condivide la posizione con Gonzalo Higuaín, il francese Guillaume Hoarau (Young Boys) e lo spagnolo Adriàn Gallardo, attualmente svincolato ma reduce dal campionato filippino. Il Pipita è l’unico giocatore della Serie A presente in questa porzione di classifica.

 

Salendo troviamo Cristiano Ronaldo (31 gol in 30 presenze) a pari merito con l’emiratino Ali Mabkhout, che con la casacca dell’Al-Jazira ha messo dentro la stessa cifra ma in sole 23 partite. Lionel Messi è quarto con 32 sigilli, preceduto dall’indiscussa stella del calcio arabo, il siriano Omar Al-Soma. Questi milita nell’Al-Ahli Gedda, nel campionato saudita, e ha segnato 33 reti in 27 allacciate di scarpini. In seconda posizione c’è Zlatan Ibrahimovic, che tra PSG e Manchester United ha realizzato 35 gol, mentre il primato spetta a Luis Suárez con 37 reti.

 

E gli italiani? Bisogna scendere fino alla ventisettesima posizione per trovare il granata Andrea Belotti (24 gol in 38 presenze) e più staccato Sebastian Giovinco (17 su 28), in forza al Toronto FC. Scendendo si rimane nell’ambito dei “migranti”, con i 15 gol di Mario Fontanella nel Floriana FC (Malta); 14 per Ciro Immobile, 12 per Leonardo Pavoletti e 11 per un quartetto formato da Marco Martini del S.C. La Fiorita (San Marino), Stephan El Shaarawy, Marco Borriello e Federico Bernardeschi.

A livello di media gol, escludendo le stelle italiane del campionato sammarinese, troviamo l’intramontabile Francesco Totti che spicca con i suoi 6 gol. Uno ogni 75 minuti sul terreno di gioco.

 

Concentrandoci sull’inizio della stagione 2016-17, andiamo a curiosare tra i record. Al momento il miglior assistman è il francese Yoric Ravet dello Young Boys, autore di 11 passaggi decisivi in 15 partite; alle sue spalle c’è Kevin De Bruyne (Manchester City) con 10 a pari merito con Marcelinho del Ludogorets. Molto bene anche José Callejón e Felipe Anderson (9 assist) più Marek Hamsik (7). Buone notizie per il futuro, visto che tra i giocatori più giovani ad essere scesi in campo in questo scorcio di stagione ci sono molti volti nuovi della Serie A. A mettere tutti in fila è il genoano Pietro Pellegri (15 anni), ma possiamo citare anche il sedicenne Moise Kean e il diciassettenne Gianluigi Donnarumma; a quota diciotto numerosi giocatori come Ianis Hagi e Claud Adjapong. Per quanto riguarda i giocatori più anziani visti in campo quest'anno, al primo posto c'è l'inarrivabile giapponese Kazuyoshi Miura, indomabile punta dello Yokohama FC dall'alto delle sue 49 primavere: "appena" 22 anni fa, vestiva la maglia del Genoa! Escludendo campionati eccessivamente remoti, troviamo due elementi di 44 anni che risultano ancora attivi: il portiere israeliano Meir Cohen (Hap Nazareth) e il collega croato Zankarlo Simunic (NK Vrapce). In Italia capitan Totti è insidiato dal 41enne Roberto Colombo, ma con Rafael e Storari in rosa è difficile che il Cagliari possa schierarlo.

 

Restiamo in tema portieri. Quali sono le saracinesche di questi primi mesi di campionato? Prima di restringere l’obiettivo ai tornei più competitivi, non possiamo non citare le imprese del croato Andrej Prskalo, imbattuto 14 volte in 20 presenze con il Rijeka. Per il resto, tra i professionisti europei spiccano due portieri della serie cadetta inglese, ovvero David Stockdale (Brighton & Hove Albion) e Scott Carson (Derby County) che hanno mantenuto la porta inviolata 13 volte in, rispettivamente, 22 e 23 presenze. Molto bene anche Thibault Courtois, 11 “inviolate” in 18 partite col Chelsea, e l’olandese Mark Flekken (11 su 19 con la casacca dei tedeschi del Duisburg). Per quanto riguarda l’Italia, troviamo eccellenti prestazioni in B e in Lega Pro: Samir Ujkani (11 su 17 col Pisa), Francesco Forte (10 su 19 con la Maceratese) e Danilo Russo (10 su 21 con la Juve Stabia). In Serie A i migliori sono stati Donnarumma, Sorrentino, Reina e Tatarusanu con 6 partite senza subire reti.

 

Per quanto riguarda i record di squadra, da notare che la Juventus ha vinto tutte e 20 le partite interne che ha disputato nel 2016: in Italia nessuno ha fatto meglio nella storia.


Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Probabili formazioni Serie A

Classifica Serie A

Rubriche

Di più in Calcio estero