Seguici su

Rubriche

L'Angolo dei Record – Le strisce di vittorie più lunghe di sempre

Il Chelsea targato Antonio Conte ha decisamente ingranato la marcia più alta. Con il 3-0 di ieri rifilato al Bournemouth, i Blues hanno raggiunto quota 12 vittorie consecutive, record per il club londinese. Le reti di Pedro, Hazard e Cook hanno permesso agli uomini di Conte di consolidare il primo posto nella classifica della Premier League.

 

Se per il Chelsea le “colonne di Ercole” si fermano (per ora) a 12, quali sono state le strisce di vittorie consecutive più lunghe da quando l’uomo inventò il pallone? Per quanto riguarda il calcio inglese, i Blues si portano a due lunghezze dal record assoluto, ovvero 14 successi di fila. A detenere questo primato sono quattro squadre: l’Arsenal (2001-02), il Manchester United (1904-05), il Bristol City (1905-06) e il Preston North End (1950-51). Da notare che solo l’Arsenal, di queste quattro, al momento del record militava nella massima serie, mentre le altre tre nella Second Division.

 

Come si suol dire, Italians Do It Better. La Serie A ha generato filotti più imponenti e a mettere tutti in fila è l’Inter della stagione 2006-07, che vinse 17 gare di fila. Gli uomini allenati da Mancini iniziarono la striscia vincente il 25 ottobre del 2006, superando per 4-1 il Livorno, fino al pari interno contro l’Udinese datato 28 febbraio dell’anno successivo, dove Crespo replicò al vantaggio friulano siglato da Obodo. I nerazzurri hanno fatto meglio persino di Barcellona e Real Madrid, che non hanno mai vinto più di 16 gare consecutive.

 

In giro per il mondo esistono tuttavia record da far impallidire sia Conte che Mancini. Tra il 2013 e il 2014 il Bayern Monaco ha dettato legge nella Bundesliga, collezionando 19 successi di fila a cavallo di due campionati. Mostruoso anche il PSV Eindhoven di Eric Gerets e Wim Kieft, capace di portarsi a quota 22 vittorie tra il 1987 e il 1988. Una vittoria in più per gli svedesi del Malmö FF (1949-1950), che rimase complessivamente imbattuto per ben 49 partite. In quella squadra militava Stellan Nilsson, in seguito fugace bomber del Genoa.

 

Saliamo di quota e troviamo le 24 vittorie dello Shakthar Donetzk in Ucraina (2012) e le 25 dei Celtic Glasgow (2004-2005). Trascinata da Modric, Mandzukic, Balaban e Vugrinec, la Dinamo Zagabria vinse 28 gare (2007-2008) nel campionato croato; stessa cifra per i pionieri del Racing Club nel campionato argentino (1918-1919). Sul gradino più basso del podio troviamo il fortissimo Benfica di Eusebio, capace di collezionare 29 successi tra il 1971 e il 1973.

 

In cima, troviamo due record difficilmente replicabili. In seconda posizione c’è l’Al-Faisaly, squadra giordana che tra il 2001 e il 2003 ha vinto 31 gare di fila. Questa squadra della città di Amman ha vinto ben 32 campionati e una vasta gamma di coppe locali e continentali; al momento della striscia positiva, schierava solo giocatori giordani più il bomber della Nazionale palestinese, Fadi Lafi Abu Latifa. Ad essere irraggiungibile è lo Sparta Praga, che tra il 1920 e il 1923 tolse dal ghiaccio lo champagne per ben 51 volte di fila. Avete letto bene: 51 successi consecutivi nell’allora prima divisione della Cecoslovacchia. In quel periodo lo Sparta riforniva con assiduità anche la nazionale, oltre che collezionare un numero incalcolabile di titoli in quel calcio europeo ancora pioneristico.

 

Insomma, per Antonio Conte e il suo Chelsea la strada è ancora lunga!


Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Probabili formazioni Serie A

Classifica Serie A

Rubriche

Di più in Rubriche