Seguici su

Ultime notizie

Roma, Spalletti: "Emerson straordinario, qualcuno ha ancora il coraggio di parlare? Derby carica importante"

Vittoria nel derby per la Roma di Spalletti, e come sempre il tecnico si è fermato ai microfoni di Premiem Sport e di Sky Sport. Il tecnico è rimasto molto soddisfatto della partita di Emerson Palmieri, e non le ha mandate a dire.

Premium

“Abbiamo messo dentro il match altri ingredienti importanti, è vero che la partita non è stata bellissima, entrambe avrebbero potuto fare di più, ma nella ripresa abbiamo giocato bene secondo il nostro disegno. Non ci siamo incastrati benissimo all'inizio, Biglia ha fatto giocare poco Perotti negli spazi, gli capitava distante per cui a Radja avevo detto di compensare. Visto che poi andavano Perotti a fare la sua azione, Nainggolan la sua, abbiamo fatto girare la palla.

 Quando ha trovato la posizione, Nainggolan ha fatto meglio ed è stato più facile. In fase difensiva abbiamo sempre difeso a 4, ci si metteva d'accordo su chi andava a chiudere sul terzino, a sinistra per esempio ci andava Peres e Rüdiger andava a giocare su Keita e diventava il quarto di destra. Peres è stato molto offensivo, Emerson ha fatto una partita straordinaria, vedremo se oggi i rompi coglioni di sempre parleranno, vediamo se insisteranno ancora e lo lasceranno tranquillo. 

Qui siccome si va tutti più forte, si esagera sempre, se lo dici per benino non viene assimilato bene. Diciamo le cose senza bavagli. La prossima volta porto il registro di classe e fatemi un'altra nota. Lui ha fatto una partita straordinaria, per cui perché non ci si dà un po' di tranquillità per 3-4 partite e vedere quali qualità abbia. Il derby ti dà una carica importante, noi dobbiamo dedicarci alla partita del Milan e lasciar perdere la vittoria contro una buonissima squadra. 

Inzaghi è stato bravo a prepararlo, ma dobbiamo alleggerire l'importanza del derby, bisogna guardare al di là del Raccordo. Se tu ti affacci, vedi un po' più in là dei monumenti, che ci rimaniamo a fare dentro il recinto, chi vuole lo faccia ma andiamo oltre”.

Sky

“Si, oggi è stata una Roma diversa dal punto di vista di scelte sia di uomini che di gioco e di conseguenza ti viene a mancare il fatto delle ripartenze veloci. Quando ci sono stati Salah ed El Shaarawy, loro impongono ai difensori avversari di fare più copertura. Oggi era da gestire la palla, appena siamo entrati in campo non riuscivamo mai ad accorciare su Biglia e lui era bravo a far girare la palla poi quando c'è andato Radja nel secondo tempo abbiamo fatto meglio. Ho sbagliato io a mandarci Perotti nel primo tempo, ma poi la linea difensiva con Manolas, Fazio e Ruediger ha fatto una compattezza molto forte. Strootman? Basta guardarlo in faccia, dalla faccia che ha si capisce tutto. Se guardi la faccia di Strootman e Dzekocapisci perché uno ogni tanto… (ride, ndr). Strootman sta attraversando un periodo non facile perché non riesce a essere ancora brillante come vorrebbe e questi momenti qui possono dargli quello che gli manca. Edin è anche un gran calciatore ma in queste situazioni gli viene più il timore che la voglia di dire: questa la determino io. Il calendario difficile? Non lo so, oggi noi abbiamo fatto bene con il possesso palla e nelle partite che abbiamo pareggiato non lo abbiamo fatto, non ci siamo imposti. Questi sono giocatori che quando arrivano a Roma gli si chiede prima di vincere il derby e poi di fare la guerra alla Juventus. Noi siamo stati scelti dalla Roma per giocare partite importanti, queste partite qui sono le partite che noi dobbiamo giocare, dove dobbiamo far vedere che siamo a casa nostra. Il livello della Roma deve essere quello di andare oltre al Raccordo, di andare oltre al derby. Se ora ci sono queste partite qui noi dobbiamo riportare questa tenacia qui”.


Commenta

Rispondi

Probabili formazioni Serie A

Rubriche

Classifica Serie A

Di più in Ultime notizie