Seguici su

C'era una volta

Zeman: "Mihajlovic mi somiglia. Mi dava fastidio chi c'era nella Juve"

Zdenek Zeman ha rilasciato un'intervista a Tuttosport. L'ex allenatore della Roma, tra le altre, ha parlato del Torino, della Juventus, di Mihajlovic, di Ventura, del derby di domenica, di Galliani e di Belotti.

Sul Torino: “Mi sarebbe piaciuto allenare il Toro. Ci andai vicino una volta. A inizio 2010. Era il periodo dell’esonero di Beretta. Cairo volle incontrarmi. Parlammo a lungo. Ci lasciammo bene. Ma non si fece più vivo. Il Toro deve mettere sul campo la ferocia e tutti i suoi valori morali per ridurre le distanze dalla Juve. E andare oltre i limiti. Con Mihajlovic è possibile.”

Sulla Juventus: “La verità è che io sono nato juventino, facevo 23 ore di viaggio per vedere la Juve allenata da mio zio Vycpalek. Anni dopo, a me non dava fastidio la Juve. A me dava fastidio chi c’era nella Juve. E una determinata gestione del potere. Cominciai a capire certe cose da allenatore del Foggia. Una delle prime volte in cui sfidai i bianconeri. Perdemmo. Non ci diedero due rigori. E loro segnarono in fuorigioco. Me la presi da morire. Pjanic? Nessuno rifiuta la Juve. Penso anche a Higuain o a Nedved. La Juve è la Juve. Chi apprezzo di più? Dybala e Buffon per il carisma.”

Sul derby di domenica: “Spero che vinca il Toro. Già solo per il campionato. Così si riapre, diventa più interessante. Spero che lo scudetto lo vinca la migliore: una cosa che in Italia non succede spesso. Penso che anche quest’anno, alla fine, lo scudetto lo vincerà la Juve. Tiferò per una vittoria del Toro anche per il mio amico Sinisa.”

Su Mihajlovic: “La prima volta che lo vidi fu nel 1991 a Bari. Era giovanissimo. Mi impressionò per le doti tecniche e il temperamento. La nostra è una bella amicizia. Ci vediamo spesso. Ci sentiamo. Mi ha detto che è molto contento. E io sono contento per lui. Se lo merita. Mi ha detto che è molto orgoglioso di allenare il Toro. Ci crede molto. Vuole portare il Toro in Europa. Può farcela. Se ci è riuscito l’anno scorso il Sassuolo… E questo Toro è molto più forte. Spero che lui si riveda in me. Negli anni mi ha chiesto tanti consigli.”

Su Galliani: “Potrebbe avere un senso, per il Toro. Ma Galliani sarà per sempre del Milan. Mi pare più adatta la carica di presidente di Lega.”

Su Ventura: “Veniva a studiare i miei allenamenti, quando allenavo il Foggia. Ha fatto bene negli anni, ma con un gioco opposto al mio. Lui punta di più sulla sicurezza dietro.”

Su Belotti: “Nessuno vale 100 milioni. Comunque Belotti mi piace, diventerà un giocatore importante. Lo vidi per la prima volta anni fa nell’Under 20 di Di Biagio, in allenamento. Spero che continui così.”


Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Probabili formazioni Serie A

Rubriche

Classifica Serie A

Di più in C'era una volta