Seguici su

Ultime notizie

Juventus, Allegri: "Marchisio out, Chiellini da valutare. Il vero ruolo di Pjanic…"

Alla vigilia del match di Coppa Italia tra Juventus-Milan, valido per i quarti di finale, Max Allegri è intervenuto in conferenza stampa. Queste le parole del tecnico bianconero: "Stesso schieramento visto contro la Lazio? Possono essere nei giocatori le varianti. Il dispendio è stato alto, domani è una finale e domenica c'è il Sassuolo. Ci saranno dei cambi sicuro".

Su Marchisio e Pjaca: "Difficile che Claudio sarà della partita perché ha fatto differenziato fino ad oggi. Era normale ci sarebbero state delle difficoltà. Pjaca difficile parte dall'inizio. È un predestinato, si è sempre creato situazioni importanti quando è entrato".

Sul tipo di gara che si aspetta: "È una gara da dentro o fuori. Il risultato del Milan col Napoli non ha rispecchiato quanto fatto sul campo ma il calcio è così. Prendiamo la gara sul serio. Vogliamo vincere la terza Coppa Italia perché nessuno l'ha mai fatto".

Sulla polemica Buffon-Tagliavento: "È una buscherata, per stemperate un po' la tensione. Invece di parlar del grande gesto tecnico di Dybala o Higuain o sul colpo di Insigne, in Italia si cercano queste cose. Non riusciamo a goderci niente".

Su Asamoah terzino: "Ha una tecnica importante, i terzini sono importanti. È li che nasce l'azione. Credo che in quella posizione tragga giovamento".

Sulla formazione di domani: "Non lo so come giochiamo, devo vedere come stanno i ragazzi. Domenica ho tolto un centrocampista e ho messo un attaccante in più. Mandzukic può fare tutto a metà campo, ci ha fatto alzar la palla. È l'atteggiamento che conta perché hanno giocato da squadra. La fame bisogna averla sempre, bisogna migliorare il passaggio e il gioco. Il Milan ha giocatori importanti, è equilibrato a centrocampo".

Sulla difesa: "Bonucci ha bisogno di giocare, devo veder Lichtsteiner e Chiellini come stanno. Lemina non ci sono aggiornamenti, sembra che non sia niente di particolare comunque".

Sulla posizione di Pjanic: "Quando ha giocato trequartista era finto, si abbassava sempre da mediano e la sua posizione è quella".

Su chi gioca in attacco: "Dovrò decidere in base all'assetto, pensando ai supplementari. Dybala ha alternato cose belle a errori sotto porta, sta crescendo dal punto di vista atletico e tecnico".

Su Pjaca al posto di Mandzukic: "Pjaca può fare lo stesso ruolo di Mandzukic di domenica ma deve crescere. Era la star di un campionato meno difficile del nostro e qui sta facendo un bel percorso".

Su quanto incide l'allenatore nelle scelte: "Domenica ho messo una formazione e la Juve ha giocato da squadra, non fosse stato così avrei sbagliato tutto. Non si deve confondere qualità del gioco e atteggiamento. Non vinci se giochi di qualità o solo di rabbia. Sono due cose che vanno insieme, ci sono momenti in cui servono giocatori in più in determinati parti del campo. Va fatta bene la fase difensiva e di costruzione per vincere. Più si va avanti e più si alza la qualità dei giocatori. Non è un campionato dove puoi gestire la partita".


Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Probabili formazioni Serie A

Classifica Serie A

Rubriche

Di più in Ultime notizie