Seguici su

Premier League

Payet, l'ultimo caso di calciatore che tiene in pugno una squadra

Il caso Payet è solo l'ultimo di una lunga serie di calciatori che tengono in pugno una società intera. Nel calcio di oggi infatti, è sempre maggiore il comando di chi è pagato nei confronti di chi paga e il rispetto è un valore sempre meno rispettato.

Il centrocampista vuole andare via e se il club non lo accontenterà, lui ha minacciato di infortunarsi volontariamente. Un atteggiamento che verrà sicuramente punito dalla società londinese con una multa. La sensazione è però che il club alla fine cederà di fronte alla richiesta del calciatore e lo manderà via. Difficile aspettarsi una punizione interna, con Payet relegato in tribuna, pagato, fino al termine del contratto. La pena sarebbe esemplare, ma non gioverebbe a nessuno, soprattutto al club, che non monetizzerebbe dalla sua cessione. Probabile quindi che Payet lasci la squadra subito, già in questa sessione di mercato, confermando sempre più che dinanzi ai capricci e alle follie dei calciatori, le società hanno le mani legate e non possono fare altro che accontentarli. 

I tifosi del West Ham hanno già preso posizione in merito alla storia. Essi hanno infatti calpestato la maglietta del giocatore, peraltro sputandoci sopra, all'ingresso dello stadio prima della partita di campionato. Un gesto che lascia intendere da quale parte stanno i tifosi: i giocatori vanno, la maglia rimane per sempre. E se poi ad andarsene sono giocatori così folli, meglio perderli.


Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Probabili formazioni Serie A

Classifica Serie A

Rubriche

Di più in Premier League