Seguici su

Calcio estero

Louis van Gaal, la famiglia prima di tutto: le ragioni del ritiro

La notizia era nell'aria ed è stata confermata dal diretto interessato ai microfoni del GuardianLouis van Gaal ha deciso di terminare la sua lunga carriera nel mondo del calcio. Alla base della scelta ci sono le conseguenze di un lutto che ha colpito la sua famiglia, ovvero la morte di Rein Nauta, marito di sua figlia Brenda. Il tecnico olandese ha pertanto dichiarato che non ci sono più possibilità di rivederlo sulle panchine, dopo l'ultima esperienza nel Manchester United. Van Gaal ha sottolineato l'intenzione di tener fede alla promessa fatta alla moglie, rinunciando alle canoniche ricche offerte provenienti dai paradisi artificiali del pallone.

Nato ad Amsterdam l'8 agosto del 1951, van Gaal è stato anche un giocatore di buon livello, spendendo la propria carriera prevalentemente nello Sparta Rotterdam. Ma il suo mito è nato grazie al talento di allenatore, che gli ha permesso di guidare al successo una delle squadre più forti della storia recente: l'Ajax. Entrato come vice nel 1988, ha assunto la carica di primo allenatore nel 1991. La lista di trionfi collezionati è sensazionale: dominio nei Paesi Bassi più una Champions League, una Coppa UEFA, due Supercoppe Europee e una Intercontinentale. Leggendo i nomi dei giocatori di quella squadra, si trovano i protagonisti del calcio europeo degli anni '90, tra i quali possiamo citare il portierone Edwin van der Sar, i gemelli Frank Ronald de Boer, i fortissimi Dennis Bergkamp Marc Overmars oltre al geniale e micidiale Jari Litmanen.

Van Gaal non è stato un profeta dei moduli rigidi, bensì ha sempre saputo trarre il meglio dai giocatori a disposizione. In primo luogo ha posto l'accento sull'atteggiamento mentale della squadra e sulla disciplina durante gli allenamenti. Ovunque ha allenato ha raggiunto risultati positivi, vincendo il campionato anche con BarcellonaAZ Alkmaar Bayern Monaco. Vanta anche un terzo posto ai Mondiali del 2014 con i Paesi Bassi. Meno entusiasmante l'ultima esperienza all'Old Trafford, alle prese con un Manchester in fase di ricostruzione ma che comunque ha condotto alla vittoria in Coppa d'Inghilterra (2015-16). Ultimo trofeo di una straordinaria carriera.


Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Probabili formazioni Serie A

Rubriche

Classifica Serie A

Di più in Calcio estero