Seguici su

Ultime notizie

Roma, Spalletti: "Perotti non ci sarà. Florenzi? Lo aspetto a braccia aperte"

Luciano Spalletti è intervenuto in conferenza stampa per presentare la sfida di domani contro l'Udinese. Queste le parole del tecnico della Roma: "Genova e Udine trasferte difficili? Noi le abbiamo preparate uguali, sono due partite insidiose dove dobbiamo mettere quelle qualità di cui parlavamo, quelle qualità che in alcuni momenti ci sono mancate. A Genova c’è quell’ambiente che ti crea difficoltà di espressione della tua personalità, ti limitano con la loro disponibilità all’affetto. A Udine sarà più facile, ma hanno un allenatore espertissimo e bravo".

Su Perotti: "Ha un risentimento al soleo sinistro, non ci sarà". 

Su Florenzi: "E' un calciatore che noi aspettiamo a braccia aperte, sarebbe il nostro grande rinforzo".

Sul mercato: "E' un tema caldo e attuale, è anche giusto che sia così. Questo è il momento di quel tema lì. Però da parte mia diventa facile, perché ritorno ad essere coerente. Ho già detto che per me poteva anche non esserci questo mercato, perché io ho scelto questa squadra. Questa è una squadra forte e bisogna lasciarla esprimere in qualche elemento. Ho già portato ad allenarsi con noi Frattesi e Tumminello. Ce ne sono molti nella squadra di De Rossi, è un allenatore forte che ci dà calciatori pronti da inserire in prima squadra. Io non vado a chiedere niente alla mia società. Ho sposato questa causa quando mi hanno chiamato e si lavora sugli elementi che si hanno".

Su Gerson: "Spero di poterlo far crescere perché ha potenzialità".

Su Manolas: "Se vedessi la mia società fare le cose per mettersi i soldi sotto al materasso, lì interverrei e farei casino. Ma se la mia società cerca le soluzioni per trovare la strada e la via di uscita per sopperire a queste difficoltà che avremo, difficoltà oggettive, io sto con loro sempre". 

Su Musonda e Feghouli: "Questi due possibili calciatori di cui parlate, io li ho iniziati a guardare per vedere quali sono le soluzioni che ci possono dare una mano e dico di sì. Ci vuole tempo, c’è il lavoro di Massara e del suo staff. So che stanno lavorando e basta, ma io mi baso su quelli che ho a disposizioni. Sono loro la nostra soluzione, non è il mercato. Io non mi aspetto che Musonda venga qui e ci faccia vincere le partite. Io do forza a Nainggolan, Strootman, De Rossi… quelli che dovranno fare il doppio dei km e ci danno una soluzione per una palla gol".

Su Szczesny: "Abbiamo due grandi portieri. Se però lui farà scelte diverse abbiamo un altro grande portiere che lo sostituirà. Abbiamo ancora bisogno di entrambi. Poi a fine stagione si vedrà".


Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Probabili formazioni Serie A

Rubriche

Classifica Serie A

Di più in Ultime notizie