Seguici su

Serie A

Juventus, Allegri punta al triplete. E sprona Pjaca a dare di più

Massimiliano Allegri appare ben determinato. La Juventus si appresta a vivere la fase cruciale della stagione, che anche quest’anno la vede impegnata su ben tre fronti. Tuttavia, come riporta la Gazzetta.it, dalle sue parole trapela la prudenza di chi teme cali di concentrazione. “La Champions non deve diventare un’ossessione. Domani è una partita da vincere, gli scudetti passano anche da queste partite. Pensiamo al Palermo, non sono concessi errori a 14 gare dalla fine del campionato”, ha dichiarato Allegri in conferenza stampa. Il tecnico livornese ha aggiunto di non voler fare prigionieri e di puntare al triplete: sesto titolo, Coppa Italia e, a Dio piacendo, quella Champions League che manca dai tempi di Jugovic e Vialli.
In merito alla formazione, Allegri dovrà far fronte all’esigenza di non sottovalutare l’impegno con i rosanero. Senza però mettere a repentaglio risorse utili per la sfida contro il Porto. Pjanic è abile e arruolabile, mentre Barzagli e Chiellini ancora da valutare per la Champions. Spazio a Rugani o Benatia per affiancare Bonucci, che taglierà il traguardo delle 300 allacciate di scarpini in bianconero. Difficile vedere in campo Khedira e Marchisio, mentre tra i pali è confermato Buffon.
Capitolo Marko Pjaca, papabile di giocare da titolare in Juve-Palermo, il mister bianconero si aspetta un maggiore apporto nelle due fasi. In altre parole, oltre a essere determinante sul piano tecnico, il gioiello croato dovrà “Iniziare a pedalare”.
Tornando a parlare di Champions, ha affermato che la Juventus ha il potenziale per battersela con i top club. A patto di aumentare velocità e qualità, doti che a suo dire non mancano in seno alla rosa bianconera. Battute anche sulla diatriba De Laurentiis-Sarri (“Non ho mai polemizzato su cosa può dire e non dire un presidente”) e sul perdono a Dybala (“Si tratta di un ragazzo intelligente”). Infine, questa partita sarà una sfida tra mentore e allievo, dato che il tecnico rosanero Diego Lopez è stato indotto proprio da Allegri a diventare allenatore, ai tempi del Cagliari.

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

Di più in Serie A