Seguici su

Serie A

Juventus-Milan, una sfida dai sapori antichi

milan juventus buffon donnarumma

Milan e Porto: allo Stadium con furore. A Torino, a distanza di 5 giorni, per la Juventus è il primo dei tanti importanti crocevia della stagione

Stasera si apre il ventottesimo turno di serie A, i bianconeri ospitano quello che, fino ad ora, è stato un vero e proprio incubo: arriva l’uomo (rosso)nero. Il club di Milano, infatti, si presenta forte degli unici due precedenti stagionali che lo hanno visto dapprima vittorioso nella gara di andata di campionato, poi trionfante quando alzò una sudata Supercoppa italiana in quel di Doha.

Ma Montella non si fida. Sa che per battere la Juve non bisogna lasciarsi cullare da ciò che ormai è stato e avvisa i suoi: occorre la prestazione perfetta. Anche senza il talismano ma febbricitante Locatelli, che non prenderà parte del match, e con Suso ancora sotto monitoraggio per valutarne l’impiego.

Allegri, dall’altra sponda, dovrà fare a meno della grinta di Chiellini, infortunatosi ad Udine, e del coniglio che avrebbe potuto tirare fuori dal cappello Juan Cuadrado, quando sempre in casa e sempre contro una milanese tirò fuori dal cilindro un missile terra-aria che mandò in orbita i festeggiamenti amici.

La vendetta è un piatto che va servito freddo, ma il diavolo è pronto a somministrare una portata bollente per non staccarsi dalla zona Europa. La Juve è avvisata, il Milan anche: storicamente è difficile che i bianconeri sbaglino due partite di fila e l’Udinese è già stato un gradino che ha fatto inciampare.

I presupposti per divertirsi ci sono tutti. Buffon fa da visita guidata a Donnarumma, Higuaìn e Bacca per un duello tutto sudamericano: Juventus-Milan, friday night show!

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Di più in Serie A