Seguici su

Nazionali

Udinese, ecco Alex Meret: il giovane portiere convocato da Ventura

udinese meret giovane portiere convocato ventura

Tra i portieri convocati per questa sosta Nazionali da Giampiero Ventura spicca il nome di Alex Meret, scopriamo chi è il giovane portiere che ha stregato Ventura…e non solo

Tra i portieri convocati da Ventura per la sfida contro l’Albania spicca il nome di Alex Meret, sconosciuto portiere che ha stregato il tecnico della Nazionale…e non solo, grazie alle sue ottime prestazioni in Serie B con la Spal rivelazione. Scopriamo chi è il giovane portiere classe 97’ alla sua prima convocazione ufficiale con la Nazionale maggiore.

Nato a Udine, da sempre terra di grandi portieri, il 22 marzo 1997, inizia la sua carriera nelle giovanili del Donatello Calcio. Nel 2012 passa nel settore giovanile dell’Udinese e fa tutta la trafila fino alla prima squadra, nella quale giunge nel 2015/16 come secondo di Karnezis.

L’esordio tra i grandi arriva il 2 dicembre 2015, nella gara di Coppa Italia contro l’Atalanta. Nel 2016 passa alla Spal neopromossa in Serie B per “farsi le ossa”. L’avvio di stagione non è sicuramente dei migliori, a causa dell’infortunio al polso e anche della rivalità con Gabriele Marchegiani, figlio di Luca. Ma, ormai da parecchi mesi, Alex ha conquistato un posto da titolare e sta disputando un grandissimo campionato, finora ha totalizzato 22 presenze, tra campionato e Coppa Italia, e ha subito 23 gol. Sono ben sette inoltre le partite nelle quali è riuscito a mantenere la porta inviolata. Se la Spal guarda tutti dall’alto, al suo primo anno dopo la promozione, gran parte del merito va dato anche al classe 97’ scuola Udinese.

Chi guarda Meret vede un metro e novanta di pura agilità capace di posizionarsi bene in qualsiasi occasione. Ma, come lui stesso ha affermato, le sue migliori qualità sono la freddezza e soprattutto la lucidità, che gli permette di leggere in anticipo le traiettorie dei cross e di padroneggiare l’area…non solo grazie alla statura. Altra caratteristica importante, che lo distingue da alcuni suoi colleghi, è l’aggressività, un po’ come per un ex conoscenza friulana…Samir Handanovic.

La sua carriera, almeno finora, è simile a quella di Simone Scuffet, con il quale ha molte cose in comune…non solo parte del cognome. Ma a differenza del classe 96’, che dopo una stagione da titolare e il grande rifiuto all’Atletico Madrid per farsi le ossa in Serie B, è retrocesso con il Como, disputando un campionato al di sotto delle aspettative. Meret guarda invece la classifica da tutt’altra posizione con la sua Spal e soprattutto è uno dei protagonisti della cavalcata degli spallini.

Nonostante la giovane età, 20 anni compiuti da poco, può già vantare un record importante: primo portiere ad aver giocato da titolare con tutte le giovanili della Nazionale. Passato, presente e (forse) futuro a tinte bianconere per Meret, che è infatti finito nel mirino della Juventus per sostituire proprio il suo idolo…Gigi Buffon, anche se, come affermato anche da lui, il portiere a cui somiglia di più è Samir Handanovic.

La sfida a Donnarumma è lanciata: “Sono pronto alla rivalità con Donnarumma. Lui è un grandissimo portiere, ha già dimostrato di essere ad altissimi livelli. Io questo non l'ho ancora dimostrato, ma pian piano farò anch'io il mio percorso di crescita. Di solito le rivalità sono utili perché ognuno spinge l’altro a essere migliore”, in palio c’è la maglia della Nazionale e (stando alle voci di mercato) anche quella della Juventus. Ma (soprattutto) anche un titolo importante, che rischia di bruciare tanti talenti, quello di erede di Buffon. Per ora se lo godono Spal, Udinese e per qualche giorno anche la Nazionale…in futuro magari un grande club.


Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Probabili formazioni Serie A

Classifica Serie A

Rubriche

Di più in Nazionali