Seguici su

Serie A

Atalanta-Juventus, Allegri è cauto: “Pensiamo al campionato. Triplete? Non abbiamo vinto ancora nulla”

Conferenza prepartita per Allegri in vista dell'Atalanta. Il tecnico bianconero è concentrato sulla partita di domani sera: svelati i quattro difensori

Vigilia di Atalanta-Juventus, il tecnico della Juventus, Massimiliano Allegri è intervenuto in conferenza stampa, spiegando quali sono gli obiettivi dei bianconeri. Il primo è l'Atalanta, il secondo è il Monaco.

Testa agli orobici, quindi, prossimi avversari di campionato: “Ora è importante pensare al campionato e vincere contro l'Atalanta: è una delle due partite cruciali per lo scudetto insieme a quella con il Torino in casa“.

Non potevano mancare parole di elogio per il Gasp e la sua squadra: “Stanno facendo cose straordinarie: complimenti a Gasperini e alla società. Rispetto all'andata in loro è aumentata la consapevolezza, hanno giocatori bravi e un'alta autostima. Giocare a Bergamo è complicato, da sempre“.

Sulla formazione: “Ho già scelto gli undici per la partita di domani, stanno quasi tutti bene. Sugli esterni c'è tanta concorrenza, ma l'importante è che tutti si facciano trovare pronti. Dietro giocheranno Dani Alves, Bonucci, Chiellini e Alex Sandro. Rugani non è disponibile, ha preso una botta in allenamento e non ci sarà. Kean non sta benissimo, giocherà con la Primavera per trovare la forma migliore“.

Su Higuain: “È un giocatore straordinario che sta giocando molto per la squadra. È venuto qui per vincere e direi che le cose stanno andando bene. Ma facciamo un passetto alla volta“.

Col Monaco sconfitto dal PSG in Coppa di Francia, la Juventus rimane l'unica in corsa per vincere il Triplete: “In questi giorni si sono scritte tante cose, giornalisticamente lo capisco ma in questo momento non abbiamo vinto niente, le parole contano poco: contano i fatti. Andiamo avanti un passo per volta: iniziamo dal campionato, non diamo possibilità alla Roma di poter pensare di riprenderci“.

Troppe partite ravvicinate? Tutt'altro che stancante per Allegri: “Quando la squadra è pronta e preparata, è bello giocare spesso: di soli allenamenti ci si può annoiare. Da domenica a venerdì sono stati giorni interminabili!“.

Infine, uno sguardo alla Serie A che verrà, di cui probabilmente farà parte la Spal, allenata proprio da Allegri nel 2004/05: “Contento per quel che sta facendo, per storia e tradizione: merita ampiamente la serie A“.


PILLOLA DI FANTA

Se la Spal dovesse tornare in Serie A grandi meriti andranno ad un giovane portiere che in molti definiscono perfino più completo di Donnarumma: si tratta di Alex Meret. Il classe '97 di proprietà dell'Udinese e in prestito quest'anno alla società di Ferrara, è l'ennesimo prodotto del florido vivaio friulano. Si è meritato le attenzioni delle grandi squadre, in particolare Napoli e Juventus in cerca dei sostituti di Reina e Buffon. Una cosa è certa: che sia Napoli o Juventus o Udinese o perché no ancora Spal, l'anno prossimo ci sarà anche lui nelle nostre fantasquadre. NUOVO ACQUISTO.


Commenta

Rispondi

Probabili formazioni Serie A

Rubriche

Classifica Serie A

Di più in Serie A