Seguici su

Calciomercato

Cassano: “Sono pronto a tornare, ho ricevuto offerte da 4-5 squadre. Totti non mollare”

Cassano, addio al Verona e al calcio

Antonio Cassano annuncia la sua voglia di ritornare a giocare, parole al miele per Totti e l’Inter mentre Pogba e Balotelli vengono etichettati come “sopravvalutati”

Antonio Cassano non è mai banale quando parla: “Il livello in Serie A si è abbassato. Una volta c’erano le sette sorelle e la Fiorentina, la settima, aveva in attacco Rui Costa, Edmundo e Batistuta. Per questo io ancora posso fare la differenza”.

L’attaccante ex Sampdoria rivela alla “Gazzetta dello Sport” che è pronto a rientrare: “Cassano sta per tornare. Tra due mesi avrò di nuovo una squadra e dovrò essere pronto fisicamente. Ho qualche chilo in più ma è normale quando non si gioca. Tra poco chiederò all’Entella di allenarmi con i loro ragazzini. Più passa il tempo e più capisco che posso essere protagonista, in caso contrario smetterò subito. Non faccio la comparsa“.

Sulle offerte arrivate a gennaio: “C’erano Pescara, Palermo, Crotone, Entella e Verona. Ho scelto io di non rientrare perché non mi sentivo pronto e non volevo fare un flop. Tra due mesi sarà diverso, mi piacciono Sassuolo, Bologna e Udinese. Mi piacerebbe anche il Verona in A, 25 mila tifosi allo stadio, sono fantastici. In Serie B potrei andare per fare qualcosa di storico come portare l’Entella in A, anche se spero che ci riesca già quest’anno. Tornerei volentieri al Parma in caso di promozione in B. Ho ricevuto varie proposta da Cina, Emirati e Mls ma non mi allettavano. Non ho problemi di soldi, voglio giocare in Italia”.

Sul Parma: “Ad un certo punto mi sono accorto che non pagavano nemmeno i giardinieri, avevo due scelte: picchiare qualcuno o andare via. Ho scelto di rescindere il contratto rinunciando a tanti soldi. Lì ho avuto un grande tecnico, Donadoni. L’ho offeso in passato ma gli ho chiesto più volte scusa, mi piacerebbe lavorare di nuovo con lui”.

Sulla Sampdoria: “Per Ferrero e Romei potevo ancora allenarmi lì. Forse Giampaolo non era d’accordo, pensava che ero ingombrante. In un gruppo con poca personalità potrei esserlo, al Real non mi consideravano tale. Settimana scorsa ho portato i ragazzi della Primavera a cena, con loro mi sono trovato benissimo, mi hanno ridato entusiasmo. Pedone è un ottimo tecnico. La Sampdoria è un capitolo chiuso”.

Sulle persone a lui vicino: “Solo cinque persone mi sono rimaste accanto, tra cui Piero Ausilio. Ci sentiamo spesso, sono ancora pazzo per l’Inter. Se Pioli dovesse andare via gli ho consigliato Guardiola o Spalletti“.

Su un suo erede: “Non c’è, sono unico, un pezzo pregiato. Mi rivedo in Insigne per la tecnica, Schick ha i miei colpi, l’ho capito subito che è un fenomeno”.

Su Totti: “Gli consiglio di non mollare, anche se quando si gioca poco è dura fare bene. È stato il mio miglior partner, noi siamo gli ultimi di una certa generazione di attaccanti”.

Sul rifiuto alla Juventus: “Non mi pento di aver detto no quattro volte, prima con Secco e poi con Marotta. Loro vogliono giocatori che seguono sempre la stessa linea, a me piace andare dove mi dice la testa. I bianconeri possono centrare il triplete ma in finale contro il Real sarebbero svantaggiati nella gara secca”.

Sui giocatori sopravvalutati: “Pogba e James Rodriguez non valgono i soldi spesi per loro. Balotelli sta facendo benino in Francia ma sia lui che Pogba hanno avuto una fortuna nella loro carriera: Mino Raiola, che gli ha dato opportunità incredibili”.

Sul futuro: “Io al calcio potevo dare molto più di quello che ho dato. Una volta ritirato mi piacerebbe fare il collante tra società e squadra come faceva Branca: il direttore sportivo sceglie i giocatori ma poi sono io a dare il via definitivo perché ne capisco di calcio“.


Pillola di Fanta

Il “fenomeno di Bari vecchia” ha avuto un grande impatto nella Serie A, sono 112 i gol in 400 presenze ma la specialità di casa è sempre stata quella di mandare in porta i compagni: sono infatti più di 60 gli assist messi a referto nel massimo campionato italiano. ASSISTMAN

Fonte foto: www.imagephotoagency.it


Commenta

Rispondi

Annuncio pubblicitario
Probabili formazioni Serie A
Annuncio pubblicitario

Rubriche

Classifica Serie A

Di più in Calciomercato

Calciodangolo.com fornisce pronostici sulle principali competizioni calcistiche, confronta quote e offerte dei Bookmakers da noi selezionati, in possesso di regolare concessione ad operare in Italia rilasciata dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. Il servizio, come indicato dall’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni al punto 5.6 delle proprie Linee Guida (allegate alla delibera 132/19/CONS), è effettuato nel rispetto del principio di continenza, non ingannevolezza e trasparenza e non costituisce pertanto una forma di pubblicità.   Loghi AAMS   © Calciodangolo.com - Testata reg. Trib. Locri (RC) n.1175/2016 del 18/07/2016 - P.IVA 03039540806 - Tutti i diritti riservati