Seguici su

Calcio estero

Mbappé e Belotti legati dal 20 dicembre: OK, la data è giusta!

mbappe

E’ nata una nuova stella: Mbappé è il faro del Monaco, così come Belotti per il Torino. Francia e Italia se li coccolano, mentre Kylian e Andrea segnano e sognano…

Forse sarebbe anche l’ora di smetterla con i paragoni, perché Dybala non è il nuovo Messi così come Donnarumma con Buffon. Ognuno è quello che è e si costruisce attorno a sé il futuro che sarà, senza il peso di un’eredità da preservare.

Vale lo stesso per un ragazzino francese, di origini camerunesi, attualmente tra i più esplosivi giovani di talento nel panorama calcistico mondiale. Lo paragonano ad Henry, ma lui è semplicemente Kylian Mbappé che di anni non ne ha neanche 20. Promessa, prima di essere attaccante, che il club monegasco ha già mantenuto: fiuto del gol, velocità e tecnica individuale.

50 le presenze totali nella sua carriera che è solo all’alba, 23 le reti realizzate. Quasi un gol ogni due partite, e mai banali: in questa stagione, 12 in Ligue 1 che stanno trascinando il suo Monaco in vetta alla classifica, e 4 in Champions League grazie ai quali i monegaschi sono riusciti a grattare e a vincere il biglietto di andata e ritorno per le semifinali. Un gioiello che la Francia si tiene stretto. Della nazionale sarà presto l’arco di trionfo a cui aggrapparsi, perché che sia un predestinato lo si è capito da subito.

Nasce il 20 dicembre del 1998, la stessa data in cui, esattamente 5 anni prima, in un piccolo paese in provincia di Bergamo viene al mondo un altro capolavoro che gli dei del calcio mettono a disposizione quando sono in vena di fare regali: Andrea per gli amici, Gallo per i più innamorati, Belotti per tutti.

1825 giorni di differenza, ma con un destino comune: fortissimi e dal futuro roseo in tasca, con il sogno di portare le rispettive nazionali il più avanti possibile ai Mondiali del prossimo anno, quando Francia-Italia sarà anche Kylian contro Andrea. Chapeau se la spunterà il primo, tanto di cappello per il secondo. Ma adesso poca importa, tocca prima goderceli finché ce ne avranno: Mbappé e Belotti, sagittari non per caso.


La pillola del Fanta

Belotti, rispetto al collega francese, può vantare 13 gol in più nella massima serie italiana. Un primato nella classifica marcatori che vale però soltanto il nono posto del club granata. Al contrario, nonostante 12 timbri in stagione, il Monaco di Mbappé è in cima alla Ligue 1 insieme al PSG.


Commenti
Annuncio pubblicitario
calciodangolo.com Collabora con noi
Annuncio pubblicitario

Classifica

Di più in Calcio estero