Seguici su

Editoriale

Se il miglior attacco è… la difesa

È il minuto 81 a San Siro e il Milan è ancora sotto 2-0. In campo ci sono Suso, Deulofeu e Bacca (si, c’era davvero!) dall’inizio. Da qualche minuto anche Lapadula, entrato al posto di Sosa. Montella crede ancora in una miracolosa rimonta e getta nella mischia un quinto attaccante: Ocampos.

Mandiamo avanti velocemente sino al fischio finale: disperazione Inter, gioia Milan e 2-2. Montella ha avuto ragione. Chi sarà stato, dei tanti giocatori offensivi a realizzare? Nessuno. Già, la firma sul pari nel primo derby made in China la mettono i due centrali: Romagnoli e Zapata.

Proprio quelli che, quando ne leggi il nome sulla notifica al cellulare, ti fanno correre a controllare la formazione del tuo avversario. “Vuoi vedere che ha Tonelli?” – “A questo gli entra Sampirisi dalla panchina!”. E tanti saluti ad amicizie decennali.

Romagnoli e Zapata non sono stati gli unici killer in incognita della 32esima giornata. L’ex Pasqual ha voluto a tutti i costi tirare il rigore che a tempo scaduto ha deciso il derby tra Fiorentina e Empoli, facendo esplodere la bile nelle chat whatsapp. E poi Acerbi, l’onnipresente da 32 partite su 32, che svetta su angolo e completa la rimonta del Sassuolo sulla Sampdoria.

Con le quattro marcature di ieri, i “difensori” hanno fatto 90. Che, divisi per 32 giornate, significa quasi tre gol a partita da chi per definizione il gol dovrebbe impedirlo. Se per Romagnoli, Zapata e Pasqual si è trattato del primo +3 stagionale, così non è per Acerbi. Il centrale del Sassuolo ha scritto il suo nome sul tabellino per la quarta volta in questo (fanta)campionato.

È popolata la lista dei difensori goleador 2016/2017. Con le tre nuove iscrizioni del sabato di Pasqua, sono in 58 ad aver fatto godere (o disperare) i fantallenatori. Acerbi, con le sue quattro reti, insegue i ragazzi terribili di Bergamo Caldara (6) e Conti (5). Ma la classifica è ricca e variegata. Tris per il crotonese Ferrari e per il nerazzurro D’Ambrosio; ma compaiono anche sorprese come Goldaniga, Ajeti o Maksimovic.

Difensori che riescono a decidere partite di serie A e stagioni di fantacalcio. Il contrappasso di quegli attaccanti abulici ma che ogni settimana sei costretto a schierare perché “se non lo metto segna sicuro”. Nota a margine: la decide Zapata, su assist di Bacca. Ma Bacca riesce a prendere 5 comunque. Mister, e se proviamo Zapata centravanti?


Commenta

Rispondi

Annuncio pubblicitario
Probabili formazioni Serie A
Annuncio pubblicitario

Rubriche

Classifica Serie A

Di più in Editoriale