Seguici su

Calcio estero

Champions League, è il giorno di Juventus-Monaco: in palio un posto per Cardiff

juventus monaco tutto esaurito stadium

Nell'ultima notte di Champions torinese della stagione, la Juventus ospita il Monaco: in palio un posto per Cardiff. Difendere il vantaggio per conquistare la finale, è questa la missione degli uomini di Allegri

“It's time”, recita l'hashtag lanciato dalla Juventus, che tradotto vuol dire: “E' tempo”. Ma, è tempo per cosa? Potrebbero chiedere in molti. La risposta è semplice, ma non troppo. C'è stato il tempo per il Barcellona, che ha visto splendere il sole in casa Juventus, mentre il sole non lo hanno mai visto in terra spagnola. Adesso è tempo per il Monaco che, finora e ancora una volta, ha visto la Juventus illuminata dai raggi di sole e il Monaco nascondersi sotto un cielo nuvoloso. Ma il tempo più importante deve ancora arrivare (quello per Cardiff, per intenderci)…e per farlo ha bisogno che la tempesta Monaco non colpisca Torino nemmeno al ritorno.
Tra poche ore sullo Juventus Stadium si accenderanno i giochi di luce, mentre nel resto del mondo si accenderanno i televisori. In palio un biglietto per Cardiff, meta turistica più ambita per giugno. La Juventus, forte dello 0-2 rifilato -tra una giocata al casinò e una festa su uno dei tanti yacht- ai monegaschi, ospiterà un Monaco alla ricerca del miracolo. Già, perchè di un miracolo avranno bisogno i ragazzi di Jardim per continuare a dar vita a quel sogno chiamato Champions League.
La Juventus ha dimostrato di essere una delle favorite non solo per staccare un biglietto per Cardiff, ma per portarsi a casa anche un piccolo souvenir da Cardiff: di color argento e dalle orecchie grandi. Allegri, recuperato Khedira dalla squalifica, potrebbe cambiare modulo rispetto all'andata. Non più 4-2-3-1 bensì 3-4-1-2. Davanti a Buffon, autore di una grande prestazione sotto gli occhi del principe, la classica e temibile BBC, quella originale. A centrocampo torna la coppia Pjanic-Khedira, supportata dalle frecce brasiliane Dani Alves e Alex Sandro. Davanti Allegri proverà a proiettare l'HD, Higuain-Dybala, nel maxischermo, Mandzukic.
Dall'altra parte dovrebbe essere solo uno il cambio di Jardim, fuori Touré dentro Dirar. Per il resto gli stessi dieci dell'andata. Subasic tra i pali; Dirar, Glik, Jemerson e Sibidé in difesa; Bernardo Silva, Bakayoko, Fabinho e Lemar a centrocampo; la temibile coppia Falcao-Mbappé in avanti. La coppia che ha fatto ballare un po' la difesa bianconera all'andata, ma che non è riuscita a scalfire l'ultimo stadio, il Limbo per Dante, più semplicemente l'inferno per il Monaco…protetto da Gianluigi Buffon, nelle vesti di Lucifero. Gol che avrebbe aumentato le speranze monegasce di approdare in purgatorio, che è l'anticamera per il paradiso (Cardiff).
Insomma, sulla carta la Juventus è favorita e il biglietto per Cardiff per ora è per metà a tinte bianconere, per farlo diventare tutto bianconero serve difendere il 2-0 dell'andata e magari provare anche ad incrementarlo…per lanciare un segnale a chi tingerà l'altro di biglietto, quello che habla espanol. Il tempo di Cardiff è distante solo 90′, o poco più. La tempesta Monaco si avvicina e i meteorologi dicono che dovrebbe evitare Torino anche al ritorno. Tra poche ore scopriremo se le previsioni erano corrette e se ci sarà il tempo di Cardiff. La Juventus intanto prepara la valigie, ma gli ombrelli rimangono a portata di mano.

Fonte foto:juventus.com


Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Probabili formazioni Serie A

Classifica Serie A

Rubriche

Di più in Calcio estero