Seguici su

Editoriale

Ma ora fatevi un favore: smettetela di contare scudetti che non esistono

juventus, scudetto, festa, 35, 33

Una persona di mia fiducia ha un parente in carcere. Mi dice ingiustamente. Io gli credo: non ho motivo di dubitare di lui. Non faccio fatica a prendere per buona la versione secondo cui la cantonata l'ha presa un tribunale. Però, c'è un però. Quel parente non è libero sul campo. È detenuto. È detenuto su tutti i campi che esistono: quello reale, quello ideale. Quello del tribunale, quello della famiglia. Non esiste un albo secondo cui quell'uomo possa essere considerato libero.
La Juventus ha vinto l'ennesimo scudetto sbaragliando una concorrenza che si fatica a chiamare tale. Non esiste. Non ce n'è per nessuno. La Juve è più forte di tutti dal punto di vista tattico, tecnico, mentale, programmatico. È il sesto titolo di fila, tris per Conte e tris per Allegri. Numeri storici, che raccontano una superiorità imbarazzante e destinata a durare nel tempo. Per molto tempo.
Ci sono altri numeri, però, che questa superiorità la feriscono. La ridicolizzano, perfino. Spiegatemi: da dove nasce la necessità di contare due titoli che la giustizia ha cancellato? Uno che addirittura è stato assegnato a un'altra squadra. Quindi, ditemi: il campionato 2005/2006 ha due vincitori? Cosa toglie alla Juventus usare l'unico campo che conta: quello della realtà.
Non ho titolo né interesse per entrare nel merito della sentenza Calciopoli. Così come non ce l'ho per giudicare la pena che il parente del mio amico sta scontando. Ingiustamente, a suo dire. Ho un almanacco che racconta fatti e numeri. E che è quello che conta, più dei conti, sul campo o sotto il campo che siano.
Per cui, cara Juventus, fatti un favore. Facendo un passo indietro e festeggiando lo scudetto numero 33 acquisiresti punti forse nell'unica classifica in cui ancora non ti riesce di primeggiare: quella dello stile. Per festeggiare lo scudetto numero 35 ci sarà tempo. Probabilmente fra due anni.

foto facebook.com/Juventus


Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Probabili formazioni Serie A

Classifica Serie A

Rubriche

Di più in Editoriale