Seguici su

Serie A

Genoa-Torino, Mihajlovic intransigente: "Pretendo carattere in campo"

mihajlovic-conferenza-stampa

Reduce da tre giorni di ritiro il Torino di Mihajlovic sfiderà domani il Genoa. Il tecnico granata non ammette distrazioni e pretende il massimo dai suoi

Alla vigilia dell'ultima trasferta contro il Genoa, il tecnico del Torino Sinisa Mihajlovic ha parlato in conferenza stampa dei motivi del ritiro e degli obiettivi per la sua squadra.
Sul ritiro: “Non ho portato la squadra in ritiro perché abbiamo perso, ma come abbiamo perso. Non posso accettare di vedere la mia squadra mollare. Dopo il 2-0 siamo proprio crollati, non abbiamo lottato. È stato umiliante per me e per: i giocatori del Napoli si sono divertiti a casa nostra e non deve accadere. Quella del ritiro non è una decisione mediatica: serve a me, ai giocatori e alla società. Il campionato non è finito e bisogna sempre dare il massimo. E si fa per creare un gruppo compatto e la mentalità giusta”.
Sulla partita di domani: “Domani mi aspetto una partita seria e importante da parte dei miei giocatori: per intensità, impegno, amor proprio, carattere. Gli atteggiamenti arrendevoli non fanno per me. Ho sempre preteso il massimo dalla mia squadra. È il minimo che chiedo a un professionista: massima professionalità e rispetto per se stessi, per la maglia, per la società e per i tifosi. Questa è la minima cosa da fare e quando non si fa, si valuta: se non si rispettano le regole e le promesse fatte, ci sono le conseguenze. Altrimenti non c’è credibilità”.
Sul Genoa: È vero che io sono sampdoriano, ma non ho nulla col Genoa e mi spiace vederli in difficoltà. Noi però faremo il massimo per vincere; come l’abbiamo fatto col Crotone, lo faremo a Marassi e domenica col Sassuolo. Cerchiamo di chiudere il campionato al meglio e poi andremo a provvedere, se riusciamo, in quello che ci manca.  Ho fatto vedere ai miei ragazzi come han giocato con l’Inter: eravamo in ritiro e dovevamo sfruttare quel tempo lì. Rispetto alla prestazione fatta con l’Inter, contro di noi sarà sicuramente più intensa: noi dobbiamo essere lucidi e freddi, cercando di mettere in campo l’atteggiamento giusto, abbiamo grandi possibilità di vincere: la mia squadra deve fare il massimo, come sempre. Sono fiducioso”.
Sul futuro: “L'anno prossimo? Ne parleremo l’anno prossimo. Adesso noi possiamo parlare solo della partita col Genoa.  La rosa in alcune cose necessiterà di essere cambiata: non tutti nascono leader e non posso pretenderne 11 in campo, ma se non ci sono dobbiamo trovarli. In questo sono sempre in piena sintonia con la società, ne abbiamo parlato e ci stiamo lavorando, senza processi ma in modo lucido“.
Sulla rosa e sulla situazione fisica della squadra: Castan non ha giocato per problemi fisici. So che non lo riscatteremo, quindi ho preferito far giocare  come Moretti e Carlao. Poi Rossettini e Moretti han fatto quasi sempre bene. Iago e Ljajic? Hanno avuto un piccolo fastidio l’altro ieri, ma si sono allenati oggi e sono a disposizione. De Silvestri ha la mia massima fiducia, domani giocherà. È un grande professionista, dà sempre il massimo e non sbaglia mai l’atteggiamento. Quando ha avuto qualche problema fisico, si è trovato Zappacosta che è migliorato molto anche in fase difensiva, come dimostra la chiamata in Nazionale. Baselli, Benassi, Belotti, hanno fatto bene quest'anno, sono tutti migliorati. Anche altri come Lukic, Boyé e Gustafson sono cresciuti molto: la base c’è ed è positivo. C’è qualcuno che non ha reso secondo le aspettative, ma questo ci può stare”.
Su Barreca: “Per me è un titolare, ma vale lo stesso discorso di Castan e di altri. Da un punto di vista psicologico l’ho visto un momento diverso. Volevo comunque valutare Molinaro e Avelar, per capire se posso puntare su di loro. Domani non giocherà, ma contro il Sassuolo in casa sì; mi sembra giusto, visto che ha giocato per quasi tutto il campionato. Mi serviva valutare gli altri”.


Pillola di Fanta

Sono 27 le presenze totali di Barreca in questo campionato. Il difensore classe '95 è cresciuto nel vivaio granata e quest'anno ha avuto la possibilità di vestire la maglia della prima squadra. Le sue prestazioni sono state quasi sempre valutate attorno alla sufficienza. Due assist e due ammonizioni per lui nel conto bonus/malus. La fantamedia è del 5,88. PRINCIPIANTE


Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Probabili formazioni Serie A

Rubriche

Classifica Serie A

Di più in Serie A