Seguici su

Serie A

Lazio-Inter, Vecchi in conferenza stampa: “È una stagione storta che dobbiamo cercare di finire bene”

conferenza-stampa-Vecchi-inter

Stefano Vecchi ha fatto il punto della situazione in vista di Lazio-Inter. Il tecnico si auspica una prova di forza e si esprime su Gabigol

Le possibilità per l’Inter di entrare in Europa League sono bassissime, ma i nerazzurri devono quantomeno provarci, soprattutto per i tifosi. Stefano Vecchi ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del match di domani sera contro la Lazio, spiegando la delicata situazione e dando il proprio punto di vista su Gabigol, Pinamonti, sulla Lazio, sul prossimo allenatore e sulla società.
Sulla situazione in casa Inter: “Il segnale che la squadra ha dato in settimana è il segnale di una squadra che non vuole finire in questo modo ed è stata sicuramente una settimana migliore rispetto a quella precedente. I ragazzi hanno anche avuto modo di abituarsi a quelli che sono i nostri metodi di allenamento. Dal punto di vista fisico la squadra sta bene, il problema è che la differenza la fa provare a superare i propri limiti: dal punto di vista mentale la squadra non fa questo sforzo, ha bisogno di essere incitata. Può succedere anche alle grandi squadre, basti vedere il Leicester: hanno vinto il campionato e con gli stessi giocatori si sono ritrovati in zona retrocessione, è un problema di testa. Questa è stata una stagione storta che dobbiamo cercare di finire bene”.
Su Gabigol: “Ha bisogno di giocare, è quello il problema. Ha fatto fatica a trovare spazio perché comunque davanti a lui ci sono giocatori importanti. Un esempio lampante è Eder che spesso e volentieri in questa squadra è stato fuori ed è un giocatore titolare della Nazionale italiana. Gabigol probabilmente si aspettava di giocare e di vivere una stagione diversa, ed è normale che sia demotivato. È comunque un ragazzo giovane che ha qualità. Non partirà titolare ma entrerà a partita in corso”.
Sul prossimo allenatore: “Per la squadra e per la società che è, l’Inter ha bisogno del miglior allenatore del mondo. Adesso tocca a me, coi miei limiti e le mie difficoltà cercare di portare avanti questo gruppo e provare a finire la stagione nel migliore dei modi”.
Su Pinamonti: “È sicuramente una soluzione, però Eder quanto è entrato nell’ultima partita ha dato prova di essere un ragazzo che non molla, che entra con lo spirito giusto, anche Gabigol ha dato qualche buon segnale. Pinamonti lo conosco benissimo e avrà un futuro importante. All’interno di una squadra e di una situazione senza problemi probabilmente domani avrebbe giocato, in questo momento sono restio a farlo partire titolare per un discorso di pressione. Potrebbe comunque entrare a partita in corso”.
Sulla Lazio: “È una squadra che sta facendo un campionato importante e faccio i complimenti al mio amico Inzaghi. Ci sono giocatori di un certo livello, non solo tra i titolari ed è quindi una squadra duttile. Per questo abbiamo studiato diverse soluzioni per affrontare una Lazio che non sappiamo come potrà giocare. Sarà una partita difficile, per questo ho cercato di motivare i ragazzi sull’orgoglio e sull’aspetto personale”.
Sulla società: “La proprietà ci è vicina. Sono consapevoli della difficile situazione e si sentono magari anche responsabili per me e il mio staff. Per questo cercheremo in tutti i modi di dar loro qualche soddisfazione. L’Inter non ha avuto il modo di metabolizzare questa situazione: una volta persa la Champions è crollato il mondo. Ogni nuovo allenatore ha portato cambiamenti e non si è trovata una continuità tecnica”.


Pillola di Fanta

Per Icardi la stagione è probabilmente finita. A farsi carico dell’attacco in queste ultime due partite sarà quindi Eder, 5 gol in campionato e a segno contro il Sassuolo. L’italo-brasiliano, come ha detto anche Stefano Vecchi, è uno che non molla mai. Ecco perché in ottica fantacalcio vale la pena puntare su di lui. TAMBURELLO

Fonte foto: inter.it


Commenta

Rispondi

Probabili formazioni Serie A

Rubriche

Classifica Serie A

Di più in Serie A