Seguici su

Serie A

Milan, Galliani smentisce la buonuscita: "Non ho preso un euro"

galliani milan buonuscita non ho preso un euro

A quasi un mese dalla cessione del Milan ai cinesi, Adriano Galliani fa chiarezza circa le indiscrezioni che riguardano una eventuale buonuscita da 30 milioni di euro

Mentre la nuova società cinese a capo del Milan sta cercando di mettere a posto i pezzi del puzzle in vista della nuova stagione, negli ambienti finanziari circolano voci su una presunta buonuscita da 30 milioni di euro per Adriano Galliani, braccio destro di Berlusconi ed ex ad del club rossonero.
Dopo un periodo di silenzio Galliani è ritornato a parlare del suo ex club facendo chiarezza su queste indiscrezioni a “Il Sole 24 Ore”: “Non è affatto vero, non ho preso un euro di liquidazione dal 14 aprile scorso. Il mio ingaggio era nato con il rapporto storico che si era creato con Berlusconi ben prima di arrivare al Milan, non era un semplice contratto“.
Dunque le risorse del Milan non verranno impegnate nella liquidazione di Galliani, parola dell'ex ad rossonero che adesso è pronto ad occuparsi delle proprietà immobiliari del gruppo Fininvest dopo aver soltanto accarezzato l'idea di candidarsi come presidente della Lega Serie A.


Pillola di Fanta

Adriano Galliani arriva al Milan nel 1986 rimanendo fedele al presidente Berlusconi per 31 anni prima di salutare la società con l'avvento dei cinesi. In questi lunghi anni di militanza sono stati tanti i colpi messi a segno dal suo team, basta citare i giocatori che successivamente vinceranno il Pallone d'Oro: Gullit, Van Basten, Weah, Shevchenko e Kakà. ANNI D'ORO


Commenta

Rispondi

Probabili formazioni Serie A

Rubriche

Classifica Serie A

Di più in Serie A