Seguici su

Serie A

Milan, parla Calabria: "Qui mi sento a casa"

Uno dei tanti giovani che fanno parte del club rossonero: Davide Calabria racconta un po' di sè, del suo Milan e degli stimati compagni

Classe 96, maglia 96: è una dichiarazione d'amore quella per la squadra dove milita, il Milan. Esterno di difesa anche nella Nazionale under 21, ecco Davide Calabria:
“Sono qui da quando faccio gli esordienti, per poi passare in prima squadra: questa è casa mia, e non può essere altrimenti per come il Milan tratta i propri calciatori. Meglio di così è impossibile. Ho conosciuto tanta gente con cui sono rimasto anche in contatto. E' una grande famiglia!
Sono milanista fin da piccolo, anche se è stato molto facile: un po' per mio padre, un po' perché a quei tempi era un Milan fortissimo. Mio zio ha provato a farmi cambiare la fede in quella bianconera, ma non ce l'ha fatta.
Per me è stato decisivo il secondo anno di Primavera, quando mi allenavo spesso con la prima squadra. Ma sono sempre rimasto con i piedi per terra per cercare di non crearmi false illusioni che mi avrebbero deluso molto. Fortunatamente è andato tutto bene: il lavoro è stato tanto e spero di rimanere qui a lungo.
Per il mio ruolo vorrei essere un po' più fisico e giganteggiare di più nei duelli arei, ma purtroppo ho una stazza che mi consente al momento di basarmi solo sulla rapidità e sulla velocità.
Un mio pregio? La calma: sono in molti quelli che mi dicono che gioco come fossi un veterano, anche se la pressione c'è sempre. Il mio sogno resta sempre un gol a San Siro: rompere il ghiaccio in serie A sarebbe un'emozione indescrivibile.
Con Donnarumma e Locatelli eravamo amici anche prima di giocare insieme. Gigio è superstizioso e con lui mi diverto molto a fargli scherzi. Loca invece è più permaloso, ma è bravo lui stesso a stemperare la tensione. Entrambi sono molto tranquilli e giocano nel modo giusto, nonostante la giovanissima età”


La pillola del Fanta

Poche le presenze per Davide Calabria sia da titolare che da subentrato: appena 11 in questa stagione, sempre messo in ombra da Abate o De Sciglio che si alternavano sulla fascia destra. Nessuna rete. Ma in compenso vittorioso nella Supercoppa italiana contro la Juventus. NON MOLLARE!


Commenta

Rispondi

Probabili formazioni Serie A

Rubriche

Classifica Serie A

Di più in Serie A