Seguici su

Serie B

Il Palermo torna in Serie B dopo 3 anni

Palermo Serie B

Il pareggio a Verona contro il Chievo e le contemporanee vittorie di Empoli e Crotone condannano la squadra siciliana alla retrocessione matematica dopo 3 anni di permanenza nella massima Serie

Il Palermo retrocede matematicamente in Serie B. Oltre alla conquista dell'Europa League da parte della Lazio, è questo il secondo verdetto ufficiale che ci consegna la 35esima giornata del campionato 2016-2017. Sebbene le speranze di salvezza fossero flebili per i rosanero, i 3 punti conquistati in casa domenica scorsa contro la Fiorentina avevano permesso alla squadra di riacquistare fiducia per un disperato tentativo di rimonta alle dirette concorrenti nella corsa al quart'ultimo posto. Ma la retrocessione era soltanto rimandata. L'Empoli batte il Bologna al Castellani, il Crotone vince a Pescara e il Palermo conquista un solo punto a Verona.
I rosanero hanno vissuto una stagione molto travagliata. I ripetuti cambi in panchina, che hanno rappresentato una costante nella gestione di Maurizio Zamparini, hanno portato alla guida della squadra Ballardini, De Zerbi, Corini e Diego Lòpez, per chiudere la stagione con Bortoluzzi. Ciascuno degli allenatori ha portato le sue conoscenze, le sue idee e la sua esperienza al servizio del Palermo, ma i risultati non sono migliorati nel tempo.
Più che nel gioco, la più grande difficoltà incontrata dai siciliani risiede proprio nel ‘gruppo‘, che è sembrato disunito, disorientato e complesso dal punto di vista dell'integrazione tra calciatori più giovani e uomini di maggiore esperienza. Lo dimostra il fatto che i numerosi tentativi di cambi di modulo, di movimenti, di alternanza di giocatori o contemporanea presenza di alcuni di essi non hanno certamente contribuito all'unità di squadra.
Il quinto posto raggiunto nelle stagioni 2005-2006 (con raggiungimento degli ottavi di Europa League), 2006-2007 e 2009-2010 sembrano un lontano ricordo dell'allora felice gestione da parte della società. Il passaggio di consegne avvenuto a marzo da Zamparini a Paul Baccaglini è stato l'evento di più grande portata in questa stagione. Il proprietario del Fondo Integritas Capital per la proposta di soluzioni di investimento sui mercati e lo svolgimento di attività finanziarie ha trovato un accordo completo con Zamparini, fondando il nuovo progetto societario sullo stadio e sul centro sportivo, puntando alla visibilità che si otterrebbe da tali infrastrutture innovative.
I tifosi palermitani e tutti gli amanti del calcio sperano in un presto ritorno di una piazza così importante in Serie A. Si auspica che la retrocessione in B sia solo un ponte temporaneo per il Palermo, che Baccaglini è chiamato ad attraversare riportando stabilità alla situazione finanziaria e garanzie sotto il punto di vista tecnico. Uno staff di esperienza che conosca l'ambiente e che sviluppi un concreto progetto di rapida risalita nella massima Serie è fondamentale. All'allenatore che sarà scelto per ripartire deve essere dato il tempo giusto per lavorare e occorre puntare su calciatori con le giuste motivazioni e con le caratteristiche adatte per riportare la squadra ai massimi livelli. Livelli che il tifo e la passione della città di Palermo meritano.


(Fonte foto: www.imagephotoagency.it)


Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Probabili formazioni Serie A

Classifica Serie A

Rubriche

Di più in Serie B