Seguici su

Serie A

Cori razzisti, l'Onu scende in campo con Muntari: "Esempio di lotta"

Dopo i cori razzisti rivolti dai tifosi del Cagliari nei confronti di Muntari, anche l’Onu è intervenuto in difesa del centrocampista del Pescara

Ciò che è successo domenica sul campo e sugli spalti del Sant’Elia ha suscitato scalpore in tutto il mondo del calcio e non solo. Ricostruendo i fatti, i tifosi del Cagliari stavano rivolgendo cori razzisti nei confronti del centrocampista del Pescara Sulley Muntari. Il giocatore infastidito ha protestato prima con il guardalinee che lo ha ignorato e poi con l’arbitro che, inspiegabilmente, ha ammonito il ghanese. Sconcertato l’ex Milan ha di sua spontanea volontà abbandonato il campo tra i fischi dei tifosi di casa.
Nonostante le smentite della dirigenza del Cagliari nei confronti dei presunti cori, in molti si sono schierati a favore di Muntari e hanno lodato il suo gesto. Primo su tutti il commissario dell’Onu Zeid Ra’ad al-Hussein, che ha così parlato dello spiacevole accaduto: “E’ un motivo di ispirazione per tutti noi che ci occupiamo di diritti umani. Il problema del razzismo richiede maggiore attenzione da parte della Fifa”.
 
 
 
 

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

Di più in Serie A