Seguici su

Calciomercato

Roma, Monchi si presenta: "Ridurre gap con la Juve. Totti? Voglio che sia al mio fianco"

In occasione della sua presentazione alla stampa in qualità di nuovo DS della Roma, Monchi ha parlato del gap con la Juve e della situazione di Totti e De Rossi

Domenica scorsa era in tribuna in occasione del derby tra Roma e Lazio, ma Monchi è già proiettato alla prossima stagione. Nella giornata di oggi, l'ex Siviglia si è presentato ufficialmente alla stampa.
Il primo pensiero va in ottica futura. C'è tanto lavoro da fare, ma non si partirà da zero: “Ridurre il gap con la Juventus non è facile, ma nemmeno impossibile. Inoltre, nella rosa attuale abbiamo degli ottimi argomenti da sfruttare per cercare di colmare questo divario. Non esistono segreti o formule magiche per vincere: esiste il lavoro. Non è solo comprare i giocatori o vedere tante partite, è molto di più. Tutti dobbiamo lavorare, da Pallotta a Monchi, ogni singolo dipendente del club. Dobbiamo remare tutti nella stessa direzione; questo servirà per vincere“.
Su Spalletti: “La prima volta che ricevetti la chiamata dalla Roma, ho pensato ai pro e ai contro. L'unico “contro” era quello di lasciare il Siviglia. I “pro” erano diversi, uno dei principali era Luciano Spalletti. Avevo voglia di lavorare con lui e farò di tutto per farlo rimanere qui. Spero di convincerlo a restare, vedremo se ci riuscirò. È un allenatore importante, ma ora non posso distrarlo: abbiamo davanti Milan, Juve, Chievo e Genoa“.
Capitolo Totti e De Rossi: “Il desiderio della Roma e di De Rossi è lo stesso: continuare insieme. Cercheremo di raggiungere insieme questo obiettivo, dovremmo essere davvero imbranati per non raggiungere un accordo. Totti? Una settimana fa sapevo che c'era un accordo con la società sul fatto che questo fosse il suo ultimo anno da calciatore per poi diventare dirigente. Voglio guardare avanti e mi auguro che Francesco la prossima stagione sia il più possibile vicino a me, per imparare cos'è la Roma, perché lui è la Roma. Se riuscirò ad imparare l'1% di cos'è la Roma mi riterrò fortunato“.
Infine, il futuro DS giallorosso spiega qual è il suo modo di lavorare in chiave mercato: “Non ci sono giocatori incedibili, tutti possono essere venduti. Ci sono quelli più importanti e quelli meno importanti. Non dico che la Roma dovrà vendere, ma analizzerà tutte le offerte che arriveranno. Nessuno è incedibile, nessuno è cedibile. A me piace lavorare coi giovani, ma voglio comprare giocatori che siano forti e bravi, che abbiano fame di vincere. Kessié? Ottimo giocatore che la Roma segue. È una possibilità“.


PILLOLA DI FANTA

Kessié. seguitissimo anche dal Milan, potrebbe essere il primo tassello della Roma. Il giovane ivoriano, esploso con Gasperini, quest'anno ha collezionato la bellezza di 6 gol di cui 2 su rigore. Uno di questi  è arrivato alla 13^ giornata al 90° minuto in un match che l'Atalanta ha vinto all'ultimo per 2-1. Contro chi giocava? Casualità, proprio contro la Roma. DESTINO.


Commenta

Rispondi

Probabili formazioni Serie A

Rubriche

Classifica Serie A

Di più in Calciomercato