Seguici su

Serie A

Roma, il tifoso che ha preso il pallone di Totti: "Non lo venderò mai"

Francesco Totti calciomercato Miami

Thomas Lintozzi, 26 anni, è il fortunato che è riuscito ad acciuffare la palla firmata e calciata da Francesco Totti in Curva Sud. Centinaia le offerte ma il giovane non vuole separarsi dal cimelio a nessun prezzo

Ci sono momenti che rimarranno impressi per un’eternità. A volte restano solo ricordi, altre volte questi momenti vengono immortalati. E poi ci sono pochi eletti per cui questi momenti diventano ancora più tangibili delle sole immagini. È il caso di Thomas Lintozzi, il tifoso romanista di 26 anni che è riuscito a stringere quell’ultimo pallone calciato da Francesco Totti e a non lasciarlo più.
Il capitano della Roma, infatti, nel suo giro celebrativo in quello stadio Olimpico che lo ha visto come protagonista per l’ultima volta, ha voluto calciare in curva Sud un pallone firmato e con scritta la dedica “mi mancherai”. Un omaggio ai suoi tifosi e una dedica a quel pallone che tante gioie ha regalato al Pupone, finendo alle spalle di portieri da ogni dove.
Quell’ultimo tiro e quell’ultimo pallone, finito tra le braccia di Thomas Lintozzi, in una “guerra” per riuscire ad acchiapparlo che si può solo lontanamente immaginare. Un’ulteriore prova sono le centinaia di richieste arrivate al ventiseienne, tra chiamate e messaggi social, per provare a strappargli quel cimelio ad ogni prezzo. “Non lo lascio neanche per dormire – ha detto il tifoso – Non me ne separerò mai. Per me è sacro”.
Il ragazzo ha poi raccontato: “Ancora non ci credo. Prendere quel pallone è stata un’emozione unica, sono passato dalle lacrime al sorriso. Sono innamorato di Francesco, ho cominciato a seguire il calcio quando lui indossava la fascia da capitano. Ora raccogliere il suo ultimo pallone calciato è una cosa bellissima, indescrivibile”.
E adesso Thomas, ogni volta che guarderà quel pallone, ripenserà non solo a quel momento, ma a tutte le gioie che il suo capitano gli ha regalato nel corso degli anni. Un pallone “sacro” che parla da solo, pronto a raccontare a figli e nipoti, la grande leggenda chiamata Francesco Totti.


Pillola di Fanta

Tra i più commossi per l’addio del capitano, nonché suo grande amico, c’era Daniele De Rossi. Sarà lui ora a dover prendere le redini della squadra. Dopo anni Capitan Futuro diventerà capitano, un’eredità difficile da raccogliere ma meritata. E chissà se proprio questo fardello e l’addio dell’amico non abbia dato ulteriori motivazioni a uno dei centrocampisti più forti d’Italia, che è riuscito a segnare tre gol nelle ultime quattro partite. Saranno delle buone premesse per puntare su di lui per il prossimo fantacalcio? CAPITAN PRESENTE

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

Di più in Serie A