Seguici su

Calciomercato

Sassuolo, Squinzi libera Di Francesco: "Non posso trattenerlo con la forza"

Si dice sorpreso il presidente del Sassuolo Squinzi che non si aspettava un addio da Di Francesco. Ma la società neroverde pensa già al futuro

E’ amareggiato ma guarda avanti Giorgio Squinzi, il numero uno in casa Sassuolo. Il presidente neroverde, in un intervista riportata da La Gazzetta dello Sport, ha espresso delle perplessità sulla questione riguardante il suo allenatore, Eusebio Di Francesco, sul piede di partenza.
“Sono sorpreso, pensavo che il contratto contasse ancora qualcosa e che la clausola di 3 milioni fosse una garanzia” – ha dichiarato Squinzi – “Non posso trattenerlo con la forza: se vuole lasciare, pazienza. Non ci siamo ancora confrontati, ma Di Francesco ha altri due anni di contratto e una penale da pagare in caso di rescissione. Di questo dovremo parlare con la Roma”.
Alla domanda sul possibile successore di Di Francesco alla guida degli emiliani, il presidente ha proposto un identikit chiaro: “Cerchiamo un allenatore italiano, tra i 40 e i 50 anni che voglia puntare sui giovani, così come ha fatto Di Francesco. Pippo Inzaghi? No, il treno passa solo una volta…”
Non è mancata poi una parentesi sull’attaccante più promettente della sua squadra: “Berardi? Vorrei che restasse per diventare la bandiera del Sassuolo, ma non ho capito cosa intende fare. Ma dopo quello che è successo con Di Francesco non ho più certezze. Faremo di tutto per tenerlo”.
A conclusione dell’intervista, Squinzi si è espresso poi sul futuro e sulle cose belle su cui far leva per ripartire: “Di questo mia esperienza a Sassuolo porterò sempre con me la vittoria contro l’Inter a San Siro e il 6­-2 al Cagliari, col ritorno di Magnanelli dopo tanti mesi. Sono stati i momenti più belli. L’obiettivo prioritario per il futuro è quello di arrivare entro un paio d’anni tra le prime 6-­7 e poi pensare alla Champions: tra due stagioni l’Italia avrà 4 squadre. Faremo il salto di qualità anche grazie al nuovo centro d’allenamento pronto nel 2018: non sarà come Milanello, ma quasi”. 


Pillola di Fanta

Il Sassuolo scende in campo per disputare la sua ultima partita della stagione con 46 punti in classifica, 12 punti in meno dello scorso anno ad una partita dalla fine. Nello scorso campionato, il sorprendente Sassuolo di Di Francesco chiuse al sesto posto in classifica che gli valse l’Europa League. Danneggiato nei fatti dal doppio impegno, in Italia e in Europa, e dei numerosi infortuni, i neroverdi hanno anche subito il peso dell’assenza di Berardi che quest’anno non è stato incisivo come il precedente. L’attaccante si è fermato a quota 5 gol, con sei ammonizioni e un rigore sbagliato che pesano sulla fantamedia (6, 98). DELUDENTE

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

Di più in Calciomercato