Seguici su

Serie A

Serie A, la lotta salvezza è serratissima

Crotone Genoa Empoli lotta salvezza Serie B

In Serie A quest'anno la lotta salvezza riguarda tre squadre. Genoa e Empoli sono avvantaggiate, ma occhio a questo Crotone

Chi l'avrebbe mai detto che a tre giornate dalla fine la lotta salvezza sarebbe stata ancora aperta? Perché se è vero che Pescara e Palermo sono già retrocesse moralmente da gennaio, il Crotone di Davide Nicola non ha alcuna intenzione di mollare la Serie A. E allora quest'anno il terzultimo posto, che costerà la Serie B, si giocherà ai punti.
A febbraio la critica calcistica era unanime nel ritenere la bagarre per non retrocede già chiusa, e arrivavano critiche al campionato a 20 squadre. Da lì in poi però c'è stata una squadra capace di reagire, nonostante i non eccezionali mezzi. Infatti il Crotone ha obiettivamente la squadra meno attrezzata per la Serie A, ma i ragazzi di Nicola hanno mostrato un atteggiamento lodevole, riaprendo ogni discorso per la salvezza.
Nelle ultime 6 partite i calabresi hanno raccolto la bellezza di 14 punti su 18 disponibili (4 V, 2 N) tenendo una media punti da Champions. E questo ha fatto sì che il campionato subisse una scossa necessaria, soprattutto per Empoli e Genoa. I toscani di Martusciello, a inizio anno, sembravano candidati a un campionato da metà classifica. Ma dopo un inizio balbettante, si sono “accomodati” al diciassettesimo posto dalla 12° giornata, senza più abbandonarlo.
Colpa soprattutto di un mercato estivo insufficiente. Il presidente Corsi ha pensato esclusivamente a vendere i pezzi pregiati. Così il 4-3-1-2 che fu di Sarri prima e di Giampaolo dopo, senza la spinta di Mario Rui, gli inserimenti di Zielinski e la solidità di Tonelli, ha perso di efficacia. E a poco è servito mettere in panchina Giovanni Martusciello, secondo allenatore dei toscani dal 2010. Gli empolesi, dopo una fase di catalessi, si sono risvegliati, visto il prepotente ritorno dei pitagorici, staccati adesso di 4 punti.
Discorso diverso per il Genoa. La stagione del grifone è stata completamente insensata: fino a gennaio la squadra ha girato a ritmi “folli”, giocando un 3-4-3 aggressivo, specchio dell'anima heavy metal di Juric. Poi è arrivato il mercato invernale, ed è stato l'inizio della fine. Sconfitte a ripetizione, via Juric, dentro Mandorlini, ancora sconfitte, torna Juric, squadra in ritiro. Fino a domenica scorsa, quando la vittoria contro l'Inter ha ridato serenità all'ambiente.
La situazione di classifica recita così, a tre giornate

  • Genoa 33
  • Empoli 32
  • Crotone 28

Dunque il Crotone sembra essere svantaggiato, e il calendario dice Udinese e Lazio in casa, Juve in trasferta. In realtà nemmeno troppo proibitivo, sono tutte squadre che non hanno più nulla da chiedere al campionato. L'Empoli avrà invece l'Atalanta al Castellani e trasferte a Cagliari e Palermo. Anche qui vale lo stesso discorso fatto per i calabresi, però la trasferta al Renzo Barbera all'ultima dei siciliani in Serie A non sarà semplice.
Anche per il Genoa c'è sul cammino il Palermo, dopo ci saranno Torino in casa e Roma all'Olimpico. Un calendario che sembra finire in salita, però i genoani hanno dalla loro il vantaggio nella classifica avulsa con entrambe. Invece, in caso di arrivo a pari punti tra Empoli e Crotone, a salvarsi sarebbero proprio quest'ultimi, grazie alla vittoria per 4a1 allo ‘Scida'.


Pillola di Fanta

Se il Crotone ha ancora delle possibilità di salvarsi è grazie a Diego Falcinelli. L'attaccante classe '91 ha realizzato ben 12 gol quest'anno sui 30 segnati dalla squadra, ossia il 40% del totale. BOMBER VERO


(Fonte foto: fccrotone.it)


Commenta

Rispondi

Probabili formazioni Serie A

Rubriche

Classifica Serie A

Di più in Serie A