Seguici su

Serie A

Sessantotto anni dalla tragedia di Superga. Ora e per sempre, Grande Torino

Giovedì 4 maggio alle ore 17 verrà commemorato il Grande Torino. La città si stringe nel doloroso ricordo

Sono passati ormai sessantotto anni da una delle più grandi tragedie nella storia del calcio. Era infatti il 4 maggio 1949 quando l’aereo Fiat che portava l’intera squadra del Torino, al rientro da Lisbona, si schiantò contro il muraglione della basilica di Superga. Trentuno le vite spazzate, tra cui giocatori, allenatore, dirigenti, giornalisti e membri dell’equipaggio.
Come ogni anno, alle ore 17, verrà celebrata nella basilica di Superga la commemorazione delle vittime dell’incidente che sconvolse il mondo intero. La messa sarà tenuta da Don Riccardo Robella, succeduto allo storico cappellano del Toro, don Aldo Rabino, scomparso nell’agosto 2015.
Toccherà poi al capitano granata leggere il nome dei caduti, ricordando nel dolore e nel silenzio quei giovani e non solo che diedero vita a una delle squadre più forti di tutti i tempi. Migliaia i tifosi in arrivo da tutta l’Italia, nonché la società del Torino al gran completo.
Purtroppo non sono mancati anche episodi vergognosi, come le scritte offensive imbrattate sui muri che portano a Superga, il tutto a pochi giorni di distanza dal derby della Mole, che si terrà sabato 6 maggio alle ore 20.45. La società bianconera ha però accantonato momentaneamente la rivalità, unendosi al cordoglio dei cugini sulle pagine social, mostrando che non importa la fede calcistica, ma che nella gioia e soprattutto nel dolore questo sport può unire i popoli, specialmente in commemorazioni come quella del 4 maggio.
Quel maledetto giorno persero la vita dei ragazzi che hanno fatto la storia della società granata. Una squadra che da cinque stagioni stava dominando il campionato e che costituiva un vero e proprio blocco della nazionale italiana. La FIFA ha infatti proclamato il 4 maggio come “giornata mondiale del giuoco del calcio”. E nella memoria di tutti, quel gruppo di ragazzi verrà sempre ricordato, con gli occhi un po’ lucidi, come il Grande Torino.

foto twitter.com/torinofc_1906


Commenta

Rispondi

Probabili formazioni Serie A

Rubriche

Classifica Serie A

Di più in Serie A