Seguici su

Serie A

Strootman simula, i precedenti parlano chiaro: sarà squalifica?

Strootman Roma

Il calcio è di rigore, quello di Bastos è a vuoto: per Kevin Strootman adesso il Giudice Sportivo potrebbe usare il pugno duro. Il rischio della doppia squalifica è dietro la porta!

Carpiato, avvitamento, rovesciato, raggruppato: dobbiamo un attimo rivalutare se questi gruppi e posizioni di tuffi siano riconducibili solo allo sport che prevede un trampolino con sotto una piscina in cui immergersi. Perché l'acqua, limpida e blu, potrebbe essere sostituita anche da un campo di calcio, ruvido e verde, su cui far cadere il proprio corpo e con il massimo del punteggio dato dai giudici.
Parliamo di simulazioni. Spesso surreali, ma efficaci. Quasi beffarde, sicuramente subdole. Di casi ce ne sono stati e ce ne saranno. Ultimo, in ordine cronologico, quello di Strootman a sfavore della Lazio. Sparato a vista o colto da improvviso attacco cardiaco, come la sua Roma l'olandese va giù e l'arbitro, mosso dal più profondo degli spiriti di compassione, lo asseconda: è in area, è rigore, è uno scandalo.
Il popolo romanista esulta, De Rossi realizza, lo sport s'indigna. Kevin l'ha fatto di nuovo: recidivo, quando anche nel derby d'andata Cataldi gli fece rimbalzare la maglia giallorossa sul collo. “Sta mano po esse fero e po esse piuma”, recitavano in Bianco, Rosso e Verdone. Per i direttori di gara fu fero, tanto che Danilo fu espulso e l'altro graziato. Domenica, la scorsa, eccolo che ci ricasca. In tutti i sensi: il 15 biancoceleste calcia l'aria, Strootman vola come la Juventus che non si fa prendere anche quando non vince.
Adesso però Bastos! Il 6 olandese rischia una prova TV che potrebbe costargli almeno 2 giornate di squalifica: gli arbitri hanno ignorato ciò che è successo, e non significa che lo faccia anche il Giudice Sportivo nel rivedere le immagine incriminate. L'ex del PSV, quindi, salterebbe i due delicati match contro Milan e Juventus. Con la serenità di chi può cadere dal divano di casa senza il pericolo di essere ammonito.
Caso unico? No. Per info chiedere a Inter, Juventus e Napoli: Adriano per i nerazzurri, quando si procurò prima un rigore e poi fu squalificato per due turni incastrato dalla prova TV; Krasic per i bianconeri, che in un Bologna-Juventus confuse il terreno di gioco con il letto di casa dopo una brutta sbornia tuffandocisi senza ritegno (2 giornate anche per il serbo); Zalayeta, con il panterone che ingannò il Toro simulando in area un fallo che gli fu concesso, ma che gli costò i soliti 180 minuti di stop.
I dati parlano e i precedenti sono esaustivi: Strootman difficilmente avrà scampo. La sentenza arriverà nel giro di poche ore, ma sarà inevitabile. Il danno di aver perso un derby dall'importanza incalcolabile, la beffa di aver perso la dignità. Ciao Kevin, ora insegna agli angeli come si vola senza ali.


Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Probabili formazioni Serie A

Classifica Serie A

Rubriche

Di più in Serie A