Seguici su

Serie A

Torino-Napoli, Sarri in conferenza: “Era giusto giocare in contemporanea con la Roma”

sarri napoli fiorentina serie a

Il tecnico dei partenopei ai microfoni in vista del match contro il Torino: “Decisiva è la matematica, ma sarà comunque una partita importantissima”

Maurizio Sarri ha tenuto la consueta conferenza stampa che precede la partita in cui il suo Napoli lotterà per il secondo posto in casa del Torino. Tra i punti toccati dal tecnico la “polemica” sugli orari diversi in cui giocheranno Napoli e Roma, sui piani che ha per lui De Laurentis, sugli avversari, su Higuain e su Belotti.
Sulla contemporaneità: “Decisiva è la matematica. E' una domenica comunque importantissima, per noi è una gara difficile. Il Torino in casa ha fatto risultati straordinari, sarà una gara complicata, come quella della Roma. Dispiace, era più giusto giocare in contemporanea. Per noi non cambia niente, ma nella gestione dell'altra gara può cambiare. Almeno le squadre che giocano per gli stessi obiettivi le metterei in contemporanea. Il nostro risultato potrà influenzare la partita dopo, a noi non cambia niente. La Juventus non cambierà molto quello che prepara solitamente perché vorrà chiudere i discorsi”.
Sul ruolo che ADL vuole per il tecnico: “Un ruolo alla Ferguson? Che significa? Che faccio mercato o solo per la durata? Il Napoli per me è una soddisfazione enorme, dopo Empoli tutti parlavano bene di me ma solo De Laurentiis ha avuto le palle di prendermi, gli devo molto, poi se devo pensare da qui a 5 anni mi viene difficile. Nel calcio non mi sono arricchito, nel prossimo mi vorrei arricchire (ride, ndr), lo devo alla mia famiglia. Da allenatore fino a 4-5 anni fa ero in C, sono stato in due fallimenti non prendendo neanche lo stipendio. Ma non mi lamento, sarebbe un insulto contro chi prende il treno alle 6″.
Sugli avversari: “Il Torino è pericoloso perché può spaccare la partita con le ripartenze, possono prenderle ma anche farle spesso. Il rischio di allungarsi è forte. A noi serve il risultato, quindi potrebbe essere una scelta intermedia quella di rinforzare il centrocampo senza snaturare il palleggio. Domani ci sarà una temperatura alta, quindi avere il palleggio può essere importante”.
Su Higuain: “Tifare per Higuain? Per lui potrei anche farcela (ride, ndr), è un fenomeno, con noi si è sempre comportato bene e l'affetto è per lui. Poi uno si incazza per come ci ha lasciato, ma essendo un fuoriclasse non c'è nulla di più normale che possa segnare anche di domani”.
Su Belotti: “Chi lo marcherà dipende dai suoi movimenti, lo prenderà Koulibaly, a volte Albiol. E' un giocatore straordinario nell'attacco alla profondità su palle esterne, bisognerà lavorare di reparto. Loro hanno creato problemi a tutti, ma concedono qualcosa giocando in quel modo”.


Pillola di Fanta

A Napoli, all’andata, era finita 5-3 con ben quattro gol di Mertens, che rinnoverà il duello con Belotti. La partita promette dunque spettacolo e le due squadre giocheranno molto aperte. Dentro quindi tutti gli attaccanti, sia azzurri che granata, primi e quarti nella classifica di reti realizzate. MACCHINE DA GOL


Commenta

Rispondi

Probabili formazioni Serie A

Rubriche

Classifica Serie A

Di più in Serie A