Seguici su

Champions League

Juventus, Barzagli: “Cardiff? Una batosta. Fiducia nel prossimo anno”

Il difensore della Juventus Barzagli ha parlato dopo la vittoria contro il Liechtenstein. Soddisfazione azzurra dopo la sconfitta di Cardiff

Cinque a zero e tre punti in classifica per l'Italia di Ventura: questo l'esito della sfida di ieri che ha visto impegnata ad Udine la nostra Nazionale. La goleada al Liechtenstein però non basta per il primo posto nel girone. A pari punti con l'Italia c'è la Spagna, avanti nella differenza reti con quattro gol di scarto.

Ha fatto il suo dovere, difendendo assieme ai compagni un'importante porta inviolata, Andrea Barzagli. Al termine della gara il difensore bianconero si è poi soffermato a parlare della situazione, ricordando in particolare la sconfitta in Champions League della sua Juve. Ai microfoni di Mediaset Premium, Barzagli ha dichiarato: “È stata una bella mazzata anche per come eravamo partiti, un momento davvero tosto. Per fortuna c'è stata subito la Nazionale”.

Provvidenziale dunque l'impegno azzurro per il difensore toscano così come per i suoi compagni di club che militano in Nazionale. Cardiff è una ferita profonda, che brucia ancora sulla pelle dei bianconeri, La cicatrice che lascia però sarà il nuovo punto di partenza.  L'obiettivo degli juventini infatti è quello di ripartire dalla finale persa per costruire qualcosa di convincente sulla via che porterà a Kiev. 

Tornando sulla finale, Barzagli ha proseguito :”C'era ottimismo all'esterno e più sicurezza dentro di noi. Il risultato però è stato identico a quello di due anni fa. A mio parere manca ancora qualcosa, quel passettino che potrebbe permetterci di giocare la gara con maggiore serenità. L'anno prossimo ci riproveremo. Possiamo fare una grande annata”.


Pillola di Fanta

Andrea Barzagli è uno dei riferimenti difensivi principali della nostra Nazionale, così come del suo club, la Juventus, in cui milita dal 2011. Riscoperto dagli juventini, che l'hanno strappato al Wolfsburg, il difensore ha trascorso anni importanti della sua carriera a Palermo, dove ha giocato per 4 anni. La forza fisica e l'intelligenza tattica hanno fatto di lui uno dei difensori italiani più affidabili degli ultimi anni. Qualche infortunio di troppo l'ha fermato quest'anno, in cui comunque è stato promosso a pieni voti: 6,42 la sua media. PILASTRO

 


Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Probabili formazioni Serie A

Classifica Serie A

Rubriche

Di più in Champions League