Seguici su

Champions League

Juventus-Real Madrid, la Champions parla spagnolo. Bianconeri stesi da un super Ronaldo: 1-4

ronaldo, cristiano ronaldo, finale champions, champions league, cardiff, juventus, real madrid

Il Real Madrid è Campione d'Europa per la 12esima volta della sua storia: decisiva la doppietta di CR7, l'eurogol di Casemiro e la rete di Asensio. A niente serve la prodezza di Mandzukic

Inizia forte la Juventus, che va vicina al gol con Higuain e Pjanic nel primo quarto d'ora. Le parate di Navas svegliano i compagni di squadra, che al 20′ trovano il vantaggio con il solito Cristiano Ronaldo. Il portoghese chiude magistralmente il triangolo con Carvajal e col destro batte Buffon, dopo una leggerissima deviazione di Bonucci.

Nemmeno il tempo di esultare e il Real subisce il pareggio. Mandzukic sigla l'1-1 con una rovesciata che ha dell'incredibile, terza rete in questa Champions League per il croato. La partita si incattivisce e le occasioni pericolose lasciano spazio a duri interventi di gioco. Primo tempo che termina in parità, con i bianconeri maggiormente pericolosi dalle parti di Navas.

Nella ripresa gli spagnoli iniziano meglio creando un paio di occasioni pericolose nei primi 15 minuti con Ronaldo e Isco. La Juventus sembra sulle gambe e il Real ne approfitta definitivamente al 61′, quando Casemiro calcia dai 35 metri un siluro deviato da Khedira. Buffon è trafitto, 1-2. Passano 2 minuti e Cristiano Ronaldo realizza la sua personale doppietta. Modric per Carvajal, lo spagnolo ancora per il croato che mette in mezzo per CR7, che di prima segna ancora. Inizio di secondo tempo shock per la Juventus.

Allegri prova la mossa della velocità, inserendo Cuadrado al posto di Barzagli, con Dani Alves che scende a fare il terzino, e Marchisio al posto di Pjanic. L'atteggiamento della Juventus, tuttavia, non cambia, con i bianconeri troppo remissivi nel secondo tempo. Zidane inserisce a un quarto d'ora dal termine il beniamino di casa Bale, gli fa posto Benzema. Allegri risponde inserendo Lemina al posto di un deludente Dybala.

Nel finale uno dei migliori in campo, Isco, esce tra gli applausi; al suo posto Asensio. Cuadrado viene cacciato per doppio giallo all'84' e per la Juve è notte fonda. Passerella per Kroos, che viene sostituito da Morata all'88'. Nei minuti di recupero i Blancos siglano il 4-1 con Asensio e rendono ancora più amara la sconfitta juventina. Il Real Madrid vince la sua 12esima Champions League, la terza negli ultimi 4 anni. Gli spagnoli, inoltre, diventano i primi a vincerla per due anni consecutivi da quando non si chiama più Coppa dei Campioni. Il Real conquista Champions League e Liga dopo 59 anni.


Pillola di Fanta

Con le reti di stasera Ronaldo ha raggiunto le 600 realizzazioni in carriera tra i professionisti e ha segnato a Buffon per la sesta e settima volta. Nessuno in Champions League ha colpito così tante volte il numero 1 della Juventus. FENOMENO

Fonte foto: Twitter.com/UEFAcom_it

 

 


Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Probabili formazioni Serie A

Classifica Serie A

Rubriche

Di più in Champions League