Seguici su

Serie A

Spal, Semplici: “In Toscana tanti tecnici importanti. Al Franchi sarà emozionante”

leonardo semplici spal

Leonardo Semplici, allenatore della Spal, ha parlato in vista della sua avventura con i romagnoli nel massimo campionato italiano

Insieme alla Spal, al termine dei playoff, in Serie A è salito anche il Benevento. I campani sono guidati da un amico del tecnico dei romagnoli, Marco Baroni. Proprio del suo vicino di casa e amico ha parlato Semplici, in un'intervista rilasciata alla Gazzetta dello Sport: “Io e Marco, benché con qualche anno di differenza all'anagrafe siamo cresciuti nella stessa via, Via 2 Giugno. Da bambini giocavamo nello stesso parchetto, in quello che avevamo soprannominato “il campino”. I nostri genitori vivono ancora lì, a distanza di una cinquantina di metri. Capita, a volte, che il lunedì mattina ci ritroviamo entrambi lì, dove è cominciato tutto. Oggi è un po' diverso rispetto ad allora, c'è anche una pizzeria. Insieme anche come calciatori? Sì, Marco era a fine carriera ma insieme abbiamo vinto un campionato, nella stagione 1998/99. L'allenatore era Paolo Indiani. Marco, quando ero ragazzino, era il simbolo di Tavarnuzze in giro per l'Italia e tutti noi sognavamo con lui.”

Al termine della carriera da allenatore, Semplici è stato “costretto” ad intraprendere quella da allenatore: “A San Gimignano, quasi mi obbligarono a sedere in panchina. Fu Gabriele Verraccini, allora presidente, a convincermi. Ed ho vinto il mio primo campionato d'eccellenza. Brunero Poggesi, del Figline, mi chiamò per complimentarsi ed io, a mo' di battuta, gli dissi: Se hai bisogno di un allenatore vincente, chiamami! Un'ora dopo suonò il telefono.”

Non solo Semplici e Baroni, la Toscana può vantare molti ottimi tecnici: “In Toscana ce ne sono tanti di tecnici importanti, da Allegri a Mazzarri, da Sarri che col Napoli ha il gioco più bello a Fattori che ha vinto lo scudetto con le donne viola. E poi ci siamo io e Marco. Noi toscani non ci accontentiamo mai, siamo innovativi per definizione e ci mettiamo sempre in discussione. Credo sia il mix giusto per costruire buone basi.”

Tra un po', sarà tempo di preparare la prima stagione di Serie A: “Non sarà facile, ma la mia Spal è squadra che fa giocare i giovani, è un po' il nostro punto di forza. Stadio più emozionante? Sarà il Franchi di Firenze. Ho allenato la Primavera e alla Fiorentina devo molto della mia crescita.”

Pillola di Fanta

Come confermato anche dal tecnico, la Spal farà giocare molti giovani. Ottime notizie per i fantallenatori amanti del rischio, che potranno così puntare su dei giovani che giocheranno titolari e che, rispetto ai colleghi più esperti, magari saranno meno cari alle aste. SCOMMESSE

Fonte foto:spalferrara.it


Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Probabili formazioni Serie A

Classifica Serie A

Rubriche

Di più in Serie A