Seguici su

Calciomercato

Torino, arriva Sirigu dal Paris Saint Germain

sirigu osasuna

Dopo le ultime due stagioni in forte calo, Salvatore Sirigu cerca riscatto in Serie A. Oggi le visite mediche con il Torino

Ormai manca solo l'ufficialità: Salvatore Sirigu sarà il nuovo portiere del Torino. Oggi le visite mediche per l'ex portiere del Paris Saint Germain, che ieri ha trovato l'accordo col presidente Urbano Cairo. Dopo la sua bella esperienza a Palermo, che gli era valsa anche la convocazione in nazionale, Sirigu torna dunque in Serie A col tentativo di dimostrare che può dare ancora tanto, anche in chiave Italia.

Nell'estate 2011 Sirigu non ha potuto resistere alle avances degli sceicchi, ed ha così deciso di abbandonare il “bel paese”, preferendogli soldi e blasone. A Parigi il portiere classe 1987 è arrivato con grandi speranze, in una società che stava costruendo a suon di milioni una rosa in grado di competere con le grandi d'Europa. Le prime stagioni sono molto positive per il ragazzo: la migliore è quella del 2012/2013, in cui Sirigu subisce solamente 16 gol e fa registrare una percentuale di parate pari all'84%. In seguito però, complice qualche infortunio, il portiere sardo ha un forte calo. A guadagnarci è il suo secondo, il giovane Trapp. Nella stagione 2015/16 colleziona infatti solo tre presenze totali. Sparito anche dalle convocazioni nella nazionale di Ventura, la scorsa stagione viene girato in prestito in Spagna: Siviglia prima, Osasuna poi. Ma Sirigu ha voglia di riscatto e, appena venuto a sapere della possibilità di tornare dove è nato e cresciuto, non ci ha pensato un attimo. L'ex Palermo ha quindi rescisso il contratto con il Psg e lascia Parigi dopo aver vinto 4 campionati, 2 coppe di Francia, 3 coppe di lega e 3 Supercoppe.

Salvatore Sirigu arriva a Torino per sostituire Joe Hart, che non ha mai convinto del tutto e che probabilmente tornerà anch'egli a casa, in Inghilterra. Il portiere, che arriva in Piemonte a parametro zero, dovrebbe firmare un contratto coi granata a 1,3 milioni di euro circa più bonus per tre anni, decisamente meno dei 3,4 milioni stagionali che guadagnava sotto la Torre Eiffel. Sirigu ha già 30 anni e non è più un giovincello, ma può essere ancora in grado di regalare prestazioni di alto livello per giocarsi l'Europa con il Torino e per riguadagnarsi la nazionale. In molti si aspettavano un portiere più giovane, ma la società granata ha deciso di puntare su un profilo di grande esperienza, anche internazionale, per un ruolo così complicato. Se a Sirigu seguiranno gli acquisti di Paletta, Vermaelen, Zapata e Younes (tutto questo trattenendo Belotti), allora il Toro potrà davvero pensare in grande.


Pillola di Fanta

Questo è un ritorno importante. Sirigu ha grande voglia di riscatto e farà di tutto pur di far mangiare le mani ai dirigenti del Paris Saint Germain. Grande affare per il Torino, ottimo rapporto qualità-prezzo. ESPERTO

 

Fonte foto: osasuna.es

 


Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Probabili formazioni Serie A

Classifica Serie A

Rubriche

Di più in Calciomercato