Seguici su

Serie A

Caos Donnarumma, parla il cognato: “Gigio tiene tanto al Milan. Non ha mai detto di voler andare via”

gianluigi-donnarumma-milan

Ancora parole sulla vicenda Donnarumma. Stavolta a parlare è il cognato Carmine Paoletti convinto che il portiere voglia restare in rossonero

Il caso Donnarumma sembra non avere fine. Stavolta a dire la sua ci ha pensato una delle persone più vicine al portiere del Milan, il cognato Carmine Paoletti. Secondo il ristoratore napoletano il portiere rossonero non avrebbe mai richiesto di lasciare i rossoneri e anzi in caso di riapertura di un dialogo sarebbe disposto a rivedere la sua posizione. Il cognato di Donnarumma aveva già espresso la sua opinione tramite twitter con una frase che aveva scatenato l'ira dei tifosi rossoneri: “Chi ti critica non ti conosce, Milan società di pagliacci #chefPaoletti #iostoconDonnarumma”.

Quest'oggi proprio lo Chef Paoletti ha chiarito la sua posizione in merito al “cinguettio” che ha scatenato i tifosi milanisti, esprimendo anche qualche considerazione sul futuro di Donnarumma. Ecco le sue parole rilasciate al “Mattino”: “La verità è che Gigio non ha mai detto di voler lasciare il Milan. Ha semplicemente chiesto tempo prima di decidere del suo futuro visto che voleva concentrarsi sulla nazionale. È stato il Milan a dargli l’ultimatum: voleva una decisione nell’immediato. Da lì è partita la reazione mediatica, ma è stata una cosa molto forzata. Per questo motivo io ho scritto quel messaggio. Gigio non vuole andar via, era tranquillo del suo contratto in essere ancora per un anno. So per certo che non ha neanche mai chiesto a Raiola se ci fossero altri club interessati a lui. Nel suo futuro ha sempre visto il Milan”.

Donnarumma legato al Milan, rattristito dal polverone mediatico creatosi intorno a lui: “Ogni sera facciamo la solita videochiamata: vedere i suoi occhi tristi negli ultimi giorni mi ha fatto tanto male. Aveva le lacrime agli occhi. Mi ha rivelato: ‘Mi stanno massacrando gratuitamente'. Fa male vederlo così. Quest’anno con il Milan era sempre molto triste dopo le sconfitte, ma non ha mai pensato neanche per un attimo di lasciare la squadra, nonostante le difficoltà. Ora che si sta costruendo una rosa competitiva non ha certamente cambiato idea”.

Infine un commento sul gesto che i tifosi rossoneri rivendicano più di tutti. Quel bacio alla maglia del Milan che agli occhi del tifo milanista rappresenta lo smacco più grande: “Ha baciato la maglia perché era quello che sentiva, e di certo non lo rinnega. Ma investirlo del titolo di bandiera dopo solo un anno da titolare alla sua età mi sembra un carico eccessivo. Gigio tiene tanto al Milan. Secondo me se la società si apre al dialogo non vedo motivi per cui il loro rapporto debba finire. A meno che ormai non si sia rotto completamente l’ambiente. A me piace pensare che l’amore vinca su tutto, ma bisogna essere in due”.


Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Probabili formazioni Serie A

Classifica Serie A

Rubriche

Di più in Serie A