Seguici su

Altre Competizioni

Zambrotta: “Jiangsu? E’ stata una proposta di Capello. Alla Juve consiglio di rinforzare il centrocampo”

zamprotta-jiangsu-suning

Gianluca Zambrotta, ex terzino di Juventus e Milan, ha parlato in vista della sua nuova avventura cinese

Intervistato dal Corriere dello Sport, Zambrotta ha parlato della sua nuova avventura cinese che sta per cominciare, al Jiangsu Suning: “È stata una proposta di Fabio Capello. Lui stava trattando per venire qui. Alla finale di Cardiff mi ha chiesto se ero disponibile per andare con lui, per aiutarlo nel suo staff . Io gli ho detto che per me era un onore lavorare con lui, ci conosciamo bene perché mi ha allenato due anni alla Juventus. Come allenatore è un vincente, un grande professionista, conoscitore di calcio assoluto. Con lui non si può che imparare. Cina? L’impressione è comunque, almeno dal punto di vista calcistico, di un paese che sta crescendo in maniera molto veloce. Hanno voglia di imparare e di svilupparsi, di diventare una delle nazioni più importanti a livello calcistico nei prossimi anni. E per questo investono tanto, nel loro paese e fuori.”

La proposta è arrivata durante la finale di Champions tra Juventus e Real Madrid. Juventus che, a detta di Zambrotta, deve rinforzare il centrocampo: “Già c’è una base di partenza molto forte. La difesa è stata una delle difese meno battute, tranne chiaramente la finale, di questa Champions League e anche del campionato. Penso ci saranno solo da fare, secondo me, due, tre innesti importanti per cercare non solo di rivincere di nuovo in Italia, ma di tornare ad essere vincitori in Europa. Questo credo che sia il primo obiettivo della Juve. E va fatto solo comprando giocatori di vera esperienza internazionale. Centrocampo? Dipende anche da come vorrà giocare Allegri: se continua con il quattro due tre uno come ha giocato ultimamente, sicuramente qualche innesto a centrocampo ci vuole. Ma anche in attacco, perché Higuain e Dybala davanti non possono bastare da soli per tutta la stagione, ci vogliono delle alternative sullo stesso livello. Se io devo pensare a un centrocampo di qualità, sicuramente i giocatori che ha il Real Madrid, come Kroos come Modric, farebbero fare il salto di qualità necessario alla Juventus.”

Zambrotta ha infine concluso parlando del passato: tra pianti, compagni, avversari e cambi di ruolo: “Pianti? E’ capitato con le sconfitte. La prima volta mi è capitato al primo scudetto della Juventus perso nel ’99- ‘2000, ho versato lacrime per la partita di Perugia. Sicuramente quello è stato il mio primo pianto come giocatore. Compagno più forte? Il giocatore più forte con cui ho giocato sicuramente Messi. Lo vedevo ogni giorno in allenamento. Poi in partita ciò che per un ottimo giocatore era la cosa più difficile per lui invece era la più facile. Il giocatore più forte che ho incontrato, giocando come terzino, Figo, che giocava a destra, o Roberto Carlos a sinistra. Cosa dissi a Lippi quando mi propose di fare il terzino? Che potevo fare anche il portiere, pur di giocare in una squadra come la Juventus. Non ci fu nessun tipo di problema, mi sono messo a lavorare, e con il tempo poi sono migliorato in quel ruolo per me nuovo. Non ci ho pensato due volte a cambiare. Bisogna essere sempre disponibili a mutare se stessi, in questo tempo veloce.”

Pillola di Fanta

Per fare un'ulteriore salto di qualità, la Juventus deve rinforzare il centrocampo e trovare dei sostituti ai titolari in attacco, a detta di Zambrotta. In acquisti di qualità sperano anche i fantallenatori, che ormai da diversi anni puntano molto sui calciatori bianconeri. RINFORZI

Fonte foto:twitter.com/suningfc


Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Probabili formazioni Serie A

Classifica Serie A

Rubriche

Di più in Altre Competizioni