Seguici su

Fantaschede

FANTASCHEDE – Juventus, ecco Douglas Costa: dribbling e cross per Allegri

fantascheda-douglas-costa-juventus

Colpo da 90 per la Juventus, che si assicura l’esterno in prestito dal Bayern Monaco. Tutto su Douglas Costa per il fantacalcio: chi è, ruolo, caratteristiche e inclinazione a bonus, malus e infortuni

Se arrivi dal Gremio e quando vedi Ronaldinho senti “le farfalle nello stomaco”, hai il destino (sportivo) segnato. Quello di Douglas Costa, neo-arrivato in casa Juventus per il salto di qualità: creare calcio con gioia, divertire, divertirsi. Flash è il nuovo supereroe a disposizione di mister Allegri per scardinare difese e servire Higuain e Mandzukic. Tra dribbling e cross, il brasiliano si candida per essere un crack nella prossima stagione di Serie A e di fantacalcio. La redazione di Calcio d’Angolo lo ha analizzato per voi: chi è, il ruolo, la possibilità che giochi titolare e la sua inclinazione a bonus, malus, infortuni. Insomma, tutto quello che c’è da sapere su Douglas Costa prima di decidere se prenderlo o meno all’asta del fantacalcio.

CHI È DOUGLAS COSTA

Douglas Costa nasce a Supacaia Do Sul, vicino Porto Alegre, il 14 settembre 1990. Inizia a giocare nella Novo Hamburgo, città che ha dato i natali ad un altro Douglas: Maicon. Pochi mesi e passa al Gremio appena dodicenne. Non abbastanza presto per incrociare il suo idolo Ronaldinho, partito per l’Europa un anno prima. Esordisce in prima squadra da centravanti il 4 ottobre 2008, a 18 anni compiuto da pochi giorni, e bagna la prima con il gol che dà il la alla rimonta del Gremio sul Botafogo, da 1-0 a 1-2. Ma il dato non inganni: Douglas Costa non è un bomber, e a mano a mano se ne accorgeranno anche i tecnici che lo decentreranno impiegandolo sugli esterni. Sarà quella  l’unica sua marcatura in stagione. E nelle successive il suo score non supererà mai i 6 gol in un campionato.
Dopo 30 partite e due reti lascia la patria e vola in Ucraina per abbracciare lo Shakthar di Donetsk nel 2010. Inizia l’ascesa di Douglas Costa, maniaco della perfezione in allenamento e professionista irreprensibile fuori dal campo. Sul prato verde è un funambolo del dribbling alla costante ricerca della giocata ad effetto. Fuori è un ragazzo “casa e chiesa” che fugge la mondanità, l’alcool e il fumo ed è innamoratissimo di sua moglie Luisa Ramos. In sei stagioni in Ucraina vince 5 scudetti, gioca oltre 200 partite (di cui 34 in Champions League) realizzando 34 reti e 40 assist; poi prepara i bagagli per la Germania, lo aspetta il Bayern Monaco. Due stagioni, con la maglia bavarese condite da 77 partite, 14 gol e 27 assist. Altri due scudetti sul petto prima di approdare alla Juventus.

FANTACALCIO: RUOLO, CARATTERISTICHE E RENDIMENTO 9

Douglas Costa è potenzialmente il top player che può far saltare il banco. Esterno offensivo tutto dribbling e fantasia, ha nella velocità e nella proprietà tecnica le doti migliori. Brevilineo e esplosivo, può giocare a destra, da dove può rientrare per cercare il tiro col suo mancino, o a sinistra, dove può saltare l’uomo e cercare il fondo per il cross. Nei due anni in Bundesliga è stato il giocatore che ha completato il maggior numero di dribbling (148) e effettuato il maggior numero di cross (160). Non è un goleador, non avendo mai superato le 6 reti in un singolo campionato. Per questo motivo la sua “fanta-valutazione” potrebbe risentirne, se inserito in lista come attaccante. Ma sulle qualità del giocatore c’è poco da discutere.

FANTACALCIO: INDICE DI TITOLARITA’ 9

Non si prende certo Douglas Costa per accomodarlo in panchina. Il funambolo brasiliano sarà elemento cruciale dello schema offensivo di Allegri, potendo giocare indistintamente sull’out di destra e su quello di sinistra del suo 4-2-3-1. Come tutti, però, avrà bisogno di rifiatare in considerazione del triplo obiettivo juventino.

FANTACALCIO: INCLINAZIONE AI BONUS 7

Che un giocatore dotato delle sue qualità tecniche veda poco la porta è difficile da spiegare. Fatto sta che Douglas Costa non ha mai raggiunto la doppia cifra. Sei, il suo record di gol in un singolo campionato. Sette, in una stagione. Discorso diverso per gli assist, specialità per la quale il neo-juventino è decisamente più portato. Ne sono arrivati 27 nei due anni al Bayern, oltre 70 in carriera.

FANTACALCIO: FREQUENZA MALUS 8

Per caratteristiche e per zona di campo occupata, Douglas Costa è uno che i falli non li fa, li subisce. Solo sei ammonizioni nel biennio bavarese, 31 in carriera. C’è anche un’espulsione per doppio giallo, ma risale addirittura ai tempi del Gremio.

FANTACALCIO: RESISTENZA AGLI INFORTUNI 6,5

Diversi acciacchi la scorsa stagione, nessuno di gravissima entità. Il più importante, un problema al ginocchio, ha fatto sì che Douglas Costa non fosse al 100% per la doppia sfida Champions contro il Real Madrid. Sia all’andata che al ritorno, il brasiliano è entrato nel finale senza riuscire a ribaltare le partite.

FANTACALCIO: PRENDERE DOUGLAS COSTA? 7,9

Centrocampista o attaccante? Da questo dipenderà molto del “fantavalore” di Douglas Costa. Dagli attaccanti, al fantacalcio, ci si aspettano gol. E Flash corre, dribbla e crossa tanto, ma segna poco. Da centrocampista la valutazione cambia radicalmente: può imporsi come un top player di reparto.

LA FANTASCHEDA DI DOUGLAS COSTA

Caratteristiche: 9
Titolarità: 9
Bonus: 7
Malus: 8
Infortuni: 6,5
Fantavalore: 7,9/10
Il fantavalore è la media aritmetica delle valutazioni assegnate dalla redazione di Calcio d’Angolo alle caratteristiche del giocatore, alla titolarità, alla frequenza dei bonus, alla capacità di evitare malus e all’inclinazione agli infortuni.


Clicca QUI per visionare tutte le fantaschede


 

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Di più in Fantaschede