Seguici su

Calciomercato

Juventus, prime parole di Douglas Costa: "Scelta ideale per vincere la Champions League. Voglio mostrare il mio valore"

La Juventus presenta Douglas Costa

Il neo-acquisto della Juventus, il brasiliano Douglas Costa, si presenta in conferenza stampa. Tra passioni, voglia di migliorare e gratitudine al Bayern Monaco, col sogno del trionfo in Europa

Un sorridente Douglas Costa sfoggia con soddisfazione la sua nuova maglia: la numero 11 della Juventus. Un affare molto importante economicamente parlando per i bianconeri, che con la “freccia” brasiliana hanno colmato definitivamente la lacuna sull’esterno d’attacco. Massimiliano Allegri avrà a disposizione un elemento di comprovata classe ed esperienza internazionale, per puntare a ripetersi in campionato e in Coppa Italia, e per riuscire finalmente a vincere la Champions League. Ecco le parole di Douglas Costa.
Perché la scelta della Juventus: “I bianconeri sono un grande club e ammiro molto come come gioca la squadra. C’è un tasso tecnico di altissimo livello“.
Scelta sulla quale hanno inciso Arturo Vidal e Alex Sandro: “Entrambi mi hanno parlato benissimo della società e dell’ambiente. Arturo in particolare mi ha parlato dei tanti tifosi che seguono la Juventus e quanto amino tutti i giocatori. Spero che ameranno anche me“.
Sull’accoglienza e l’impatto col mondo Juventus: “Ho già parlato con mister Allegri. Mi ha ricevuto bene prima di firmare il contratto, così come tutta la squadra dopo. Ci vorrà tempo per trovare l’affinità, ma ho già avuto tanti consigli che mi aiuteranno in questo periodo. Ho davvero avuto la sensazione di una squadra che vince sempre, due finali di Champions League in tre anni sono tante. La squadra è già perfetta e può crescere ulteriormente”.
Sulla Champions League: Grande trofeo e difficile da conquistare. Il Bayern Monaco l’ha vinta quando non c’ero, la Juventus ancora no. Il matrimonio è perfetto per riuscirci insieme. Una finale è sempre una partita difficile. Io sono arrivato per aiutare, ma ai bianconeri è mancata anche la fortuna”.
Sul calcio italiano: “Il vostro è un campionato molto forte e di altissimo livello. Ma anche di contatto. Essendo veloce nei movimenti, spero di adattarmi nel minor tempo possibile”.
Sulla sua posizione in campo: “Con lo Shaktar Donetsk giocavo sulla destra, col Bayern Monaco sulla sinistra. Non lo so in che posizione giocherò qui. In base alle mie qualità vedremo col mister, abbiamo fatto tutto in fretta e non ne abbiamo ancora parlato. Posso solo assicurare che darò sempre il massimo”.
Luiz Adriano, suo ex compagno allo Shaktar Donetsk, ha detto che Higuain farà 40 gol grazie ai suoi assist: Gonzalo è un attaccante che mi piace molto, potremo segnare tanto insieme, come con Luiz Adriano“.
Sulla scelta di lasciare il Bayern Monaco: “Nessuno screzio né col club né con Ancelotti, che è una persona imparziale oltre che un grande allenatore. Io ho una mentalità diversa, mi piace evolvermi e punto a disputare il Mondiale. Al Bayern non era possibile, qui sì. Ringrazio comunque sia la società che Ancelotti, gli devo molto. Voglio solo dimostrare che la Juventus ha fatto la scelta giusta puntando su di me“.
Sulle sue passioni “extra-calcistiche”: “Amo mi mia moglie e mi piace passare il tempo con lei e con i miei amici. Nel poco tempo libero a disposizione gioco a bowling e con i videogames.”
In passato ha esultato “alla Totti“, facendo un selfie. Alla Juventus invece: “Sono molto istintivo, non premedito un’esultanza. Ma potrebbe ricapitare, perché no?”
Sulla partenza di Bonucci al Milan: “Era qui da 7 anni ed era importantissimo per la squadra. Tuttavia non posso valutare io, visto che anche io sono andato via. Spetta al mister trovare il suo sostituto in campo“.
 

Fonte foto: twitter.com/juventusfc

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

Di più in Calciomercato