Seguici su

Calciomercato

Juventus, Szczesny si presenta: "Buffon è una leggenda, posso solo imparare. Voglio rappresentare il club al meglio"

Szczesny si presenta

Il portiere polacco Wojciech Szczęsny si presenta ai tifosi della Juventus. Tra i trascorsi ad Arsenal e Roma alla scelta della Juve, senza sentire il “peso” di Buffon

Wojciech Szczęsny è il nuovo secondo portiere della Juventus. Almeno finché un “certo” Gianluigi Buffon non deciderà di “appendere i guanti al chiodo”. Il portiere della nazionale polacca negli ultimi anni alla Roma è molto cresciuto e conferma di ciò è stata la chiamata dei campioni d’Italia, che puntano su di lui per difendere i pali della porta bianconera nei prossimi anni. Szczęsny arriva dall’Arsenal, a cui vanno 12 milioni di euro, pagabili in due esercizi, più 3 di bonus, legati a determinate condizioni. Ecco le sue parole.
Sulla convivenza con Gigi Buffon: “Questo è il mio primo giorno qui, ho parlato con Gigi. Lui è molto simpatico, è una leggenda del calcio e sono molto contento di allenarmi con lui. Può darmi tanta esperienza. Ovviamente sono pronto a giocare quando me lo chiederà il mister, so qual è l’importanza di Buffon in questo club e nel calcio. Sono molto fortunato perché la pressione non l’ho quasi mai sentita in vita mia. Capisco che ci possa essere questa pressione, ma non la sento al momento. Voglio rappresentare il club al meglio, difendere la porta al meglio e mantenere il club al livello che merita“.
Sulla scelta della Juventus e sul suo impiego: “Sono molto contento di essere qui. Quando giochi in Italia e la Juve ti vuole la scelta è già fatta. Non sei tu a scegliere la Juve, ma è la Juventus a scegliere te. Quando mi ha contattato la Juve non ho mai avuto dubbi sulla scelta. Ho passato due anni bellissimi alla Roma e mi ha aiutato a raggiungere questo livello, ma ora penso solo alla Juve. Credo che nel lungo periodo giocherò per la Juve. Questo il massimo che potessi chiedere e la sfida è dimostrare di poter rappresentare la Juve ad alto livello”.
Sul suo miglioramento in Italia: “Credo che nel calcio non c’è mai fine al miglioramento, sono arrivato due anni fa alla Roma e il modo in cui si allenano i portieri è molto diverso. C’è molta più cura del dettaglio in Italia e questo mi ha permesso di arrivare alla Juve“. E aggiunge sul suo “difetto” nelle uscite alte: “Sono un giocatore della Juventus, da oggi non ho più alcuna debolezza“.
Su mister Massimiliano Allegri: Non ho parlato con Allegri, l’ho incontrato questa mattina e ci siamo salutati. L’ho visto circa per 15 secondi, perché la squadra si stava allenando e io ho lavorato in palestra“.
Sul paragone con Pjanic, anche lui passato, la scorsa estate, dalla Roma alla Juventus: “Io ero un giocatore dell’Arsenal in prestito alla Roma. Come detto prima, tutti vogliono migliorare e vincere e per farlo devi andare alla Juve. Qui sei spinto a migliorare e crescere di livello”.
Sui suoi ex compagni della Roma: “Molti miei ex compagni della Roma sapevano che sarei venuto alla Juve da diverso tempo ed erano preparati”.
Su Boniek, suo connazionale ed ex juventino: Non ho parlato con lui per prendere la decisione, la decisione di venire qui è stata totalmente mia. Ho parlato solo con Glik per conoscere la città, sapevo che questa fosse la decisione giusta e non avevo bisogno di parlare con nessuno”.
Rimpianti sull’Arsenal?: “È una domanda difficile perché ho passato undici anni all’Arsenal…
Sugli obiettivi per il futuro: “Questo è quello che intendevo quando parlavo di fare il salto di qualità, non ho più 20 anni ne ho 27 e voglio vincere. Questa è la mentalità che mi ha convinto a venire alla Juve, è da quando sono in Italia che ho notato questa mentalità. Voglio vincere. Ho sentito parole di Buffon e mi auguro di poter vincere la Champions League l’anno prossimo, anche perché se c’è un giocatore che merita di vincerla è proprio Gigi Buffon“.


Rimani aggiornato con il tabellone del calciomercato estivo 2017


?Pillola di Fanta ⚽

79 gol subiti in 90 presenze a Roma, in due anni. Numeri importantissimi per Wojciech Szczęsny. La Juventus e i fantallenatori possono contare su un portiere di sicuro affidamento, giunto al pieno della sua maturità calcistica. SARACINESCA


Commenti
Annuncio pubblicitario
calciodangolo.com Collabora con noi
Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

Classifica

Di più in Calciomercato