Seguici su

Ultime notizie

Juventus, prima uscita stagionale e prima sconfitta col Barcellona

juventus allegri

Nella sua tournée americana, la Juventus affronta all’esordio il Barcellona: il match termina 2-1 per i blaugrana, decisivo Neymar

Risultato amaro per la Juventus di Massimiliano Allegri al termine della prima partita della stagione. Ieri – 00.05 ore italiane – è andata in scena al Metlife Stadium di New York la sfida tra Juventus e Barcellona, rivincita dei quarti di finale di Champions League. Le due squadre hanno regalato grande spettacolo agli oltre 82.000 spettatori. Tutto è sembrato fuorché una partita amichevole: corsa, dribbling, calci e gol. Il match è terminato 2 a 1 per i blaugrana, che fin da subito sono sembrati più freschi e motivati. Sfida vibrante, dunque, quella valida per l’International Champions Cup, decisa da Neymar.
Valverde, all’esordio sulla panchina blaugrana, schiera subito la maggior parte dei titolari: per il Barça, infatti, partono fuori solo Suarez e Jordi Alba. Allegri sceglie invece di iniziare con le seconde linee: rimangono inizialmente seduti Dybala, Higuain, Cuadrado e Alex Sandro – che avevano appena raggiunto la squadra da Boston, dove si stavano allenando – a cui si aggiungono Douglas Costa, Pjanic e Chiellini. Il Barcellona parte quindi subito forte e dopo mezz’ora è già 2 a 0. Il motivo è semplice: Neymar. Il brasiliano è in una condizione fisica strabiliante e ha voglia di dimostrare che le voci su un suo possibile approdo al Psg non lo disturbano (leggi qui i dettagli). Sono dolori per i bianconeri. In coppia con Messi, Neymar scherza più volte con i difensori della Vecchia Signora. Al 14′ buca Buffon dopo un bellissimo triangolo con Paco Alcacer, e poi si ripete al 26′ dribblando in orizzontale tutta la difesa della Juve e trafiggendo l’incolpevole numero 1.
Nel secondo tempo la partita cambia. Sostituzioni a raffica per le due squadre e la differenza si vede: Valverde comincia a far riposare alcuni dei suoi campioni – anche se i giocatori che entrano sono gente del calibro di Luis Suarez ed Arda Turan – mentre Allegri fa l’opposto. Mandzukic, Lemina, Bentancur e Sturaro lasciano il posto davanti a Dybala, Higuain, Cuadrado e Douglas Costa. Tutta un’altra storia. Nel segno della “Joya”, dopo pochi minuti della ripresa la Juventus si sveglia ed inizia a giocare: al 17′ arriva il pareggio di testa di Chiellini, su calcio d’angolo proprio di Dybala. Il match diventa quindi un continuo capovolgimento di fronte. Il Barcellona può chiudere più volte i conti, ma spreca banalmente con i nuovi entrati. Stesso esito per il “Pipita”, che manda in curva una discreta palla gol.
L’affascinante sfida termina quindi 2-1 per il Barcellona. Risultato tutto sommato meritato per gli spagnoli, che con le prime linee in campo hanno dimostrato di essere ancora una delle migliori squadre del pianeta. Juventus, invece, ancora un po’ indietro di condizione, ma è del tutto normale a questo punto della stagione. Allegri sta sicuramente calcando la mano nella preparazione: tra le poche vacanze di alcuni giocatori – i Campioni d’Italia hanno terminato la stagione il 3 giugno per via di Cardiff – e i carichi di lavoro importanti che appesantiscono i muscoli, le difficoltà sono state evidenti. Allegri, che ha avuto la possibilità di far esordire anche De Sciglio e Szczesny, avrà comunque tempo per rifarsi: appuntamento a giovedì notte per la sfida al Psg di Dani Alves. Ci sarà sicuramente da divertirsi.


Fonte foto: www.imagephotoagency.it


Commenti
Annuncio pubblicitario
calciodangolo.com Collabora con noi

Classifica Serie A

Risultati Serie A

Annuncio pubblicitario

Classifica

Di più in Ultime notizie