Seguici su

Calciomercato

Lazio: alla scoperta di Felipe Caicedo, il nuovo bomber di riserva

felipe-caicedo

Il giocatore è atterrato a Fiumicino, e non appena si libererà un posto da extracomunitario diventerà biancoceleste

Felipe Caicedo, attaccante ecuadoriano classe ’88, è atterrato quest’oggi all’aeroporto di Fiumicino accompagnato dalla famiglia e dal suo agente, per firmare con la Lazio un contratto triennale da 1,5 milioni a stagione. La sua ufficialità però dovrà aspettare: al momento la società di Lotito non è in grado di tesserare altri extracomunitari, di conseguenza si dovrà prima cedere qualcuno per liberare il posto che andrebbe ad occupare Caicedo.
Si tratta di una prima punta di razza, 84 chili spartiti in 1.83 metri, che lo rendono un pericolo nei cross in area di rigore, ma il meglio lo dà con i suoi potenti tiri da fuori area. Inoltre, è dotato di grande velocità e agilità. In carriera ha segnato più di 100 gol tra club e nazionale, conferendogli il titolo di giocatore dal buon fiuto del gol, ma non letale. La sua migliore annata è stata nel 2010/11, quando è andato a segno 20 volte con le maglie del Levante prima e del Lokomotiv Mosca dopo. È da lì che la sua carriera ha cominciato ad esplodere per davvero: le precedenti esperienze con Basilea, Manchester City, Sporting Lisbona e Malaga non avevano lasciato un grande ricordo di lui.
Nei tre anni successivi rimane a Mosca. In seguito alla sua ultima disastrosa annata in Russia, Caicedo finisce a giocare nell’Al Jazira, campionato degli Emirati Arabi Uniti. Le ultime tre stagioni l’ecuadoregno le passa in Spagna, a Barcellona, ma anziché vestire blaugrana (non avrebbe avuto alcuna chance di entrare in campo) va all’Espanyol, dove per la prima volta in carriera diventa inamovibile: 103 presenze totali condite con 24 gol in tre anni. Con la fiducia ritrovata Caicedo diventa un punto fermo anche della nazionale, dove aveva esordito nel 2007, diventando dopo anni di comparsate e fugaci presenze un vero titolare nel 2013, anno che porta ai mondiali in Brasile, dove lui e la sua nazionale non sfigureranno, pur uscendo subito al turno dei gironi contro Francia e Svizzera.


Pillola di Fanta

Nonostante l’ingaggio che andrà a prendere, Caicedo si candida ad essere la riserva di Immobile. Di conseguenza è lecito aspettarsi un suo valore basso. Può essere acquistato come naturale sostituto di Ciro, ma non aspettatevi valanghe di reti: il suo fiuto del gol non è impeccabile. Nonostante la sua tecnica e la sua velocità, è facile vederlo perdere palla, o spararla alta. In altre parole: un buon giocatore, ma inutile svenarsi per lui. RISERVA
 

Fonte foto: rcdespanyol.com

Commenta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

Di più in Calciomercato